Trionfo di un’azienda salernitana all’edizione HostMilano 2017

0
2

Convincente il concept bar proposto: serviti oltre 5mila caffè in 5 giorni-
di Sergio Del Vecchio-

Un’ azienda salernitana che vanta un prodotto di eccellenza:  è questo quanto si evince dall’edizione HostMilano 2017, la biennale più importante al mondo nell’ambito dell’ospitalità e della ristorazione a cui ha partecipato l’azienda  Caffè Trucillo, storico produttore di Salerno. Con un’importante diffusione sul territorio e una crescente quota di export l’azienda è alla continua ricerca di innovazione e da sempre risponde alle esigenze dei consumatori restando al passo con le richieste del mercato.
«Torniamo a casa con il sorriso – spiega Fausta Colosimo, Managing Director dell’azienda – Host è la consacrazione dell’impegno profuso in tanti anni, che abbiamo riletto nelle attestazioni di stima e riconoscenza dei clienti consolidati e potenziali, dei fornitori, e anche delle tante personalità del settore. Il merito è senza dubbio di tutti, della Trucillo’s Family, una squadra (eravamo in diciotto) che si sente parte integrante di un progetto comune, che viaggia nella stessa direzione per la realizzazione dello stesso obiettivo. Il nostro grande vantaggio è proprio questo: siamo riusciti a tessere una tela di rapporti umani e professionalità che renda l’una imprescindibile dall’altra. Metterci l’anima restituisce nuova linfa al lavoro, nel nostro caso, al caffè».

Un’edizione da record, questa dell’HostMilano 2017 che ha registrato un incremento di presenze del 23,4% rispetto al 2015 ed un totale medio di quasi 190mila presenze tra visitatori e buyer da 177 nazioni ed  Caffè Trucillo si gode il trionfo e traduce in cifre il suo successo. E’ tempo di bilanci per l’azienda salernitana e sono ottimi: in cinque giorni sono stati distribuiti circa cinquemila caffè, registrando consenso in termini di qualità del prodotto e professionalità del team Trucillo.
Ad attrarre il pubblico è stato il nuovo concept Bar Trucillo, Espresso Bar da una parte e Brew Bar, con i caffè filtro monorigine, dall’altra; caffè espresso e coffee brewing, duplice offerta che segue le tendenze del momento nel mondo. Tantissimi i visitatori presenti provenienti dall’Europa ma anche dalla  Cina, Usa e  Medio Oriente. Quest’ultimo, insieme con l’Asia, costituisce il mercato a cui a breve Trucillo si affaccerà: Shanghai e Ryadh sono infatti le nuove mete fieristiche del mese di novembre, le nuove sfide.
Fiore all’occhiello dell’azienda, l’Accademia Trucillo, centro di apprendimento internazionale, messo in piedi dall’azienda nel 1998 con l’obiettivo di formare i professionisti del settore attraverso una proposta didattica ambiziosa e dinamica.
«Accademia Trucillo è condivisione, cultura, esperienza. È un progetto sempre in evoluzione, che da 20 anni si rinnova e si struttura in base ai trend del mercato – aggiunge Antonia Trucillo, Responsabile Marketing, Accademia Trucillo e Trainer SCA – Noi ci abbiamo creduto e oggi raccogliamo i frutti di un successo che ci inorgoglisce. Nei prossimi mesi il calendario è ricco di appuntamenti formativi e dedicati, e novembre inaugura con la campionessa di Latte Art Chiara Bergonzi e con il corso di Patente di Assaggiatore Caffè»

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui