Vaccino Covid19, Distretto 67: i nostri nonni abbandonati

0
98

Il Covid 19 ha cambiato il nostro modo di vivere ed il tema delle vaccinazioni ha generato non poca confusione, anche in relazione al caso AtraZeneca, vaccino che, per volontà dell’AIFA, Agenzia Italiana del Farmaco, è stato sospeso.

“Intanto, esistono ancora realtà assurde che meritano di essere portate sotto i riflettori. E’ questo il caso del Distretto Sanitario 67 che comprende il territorio di Mercato San Severino, Baronissi, Bracigliano, Calvanico, Fisciano, Siano, forse l’unico in Italia dove non è stato vaccinato ancora nessun ultraottantenne.”

E’ questo quanto affermato da Franco Gioia, Capogruppo consiliare a Fisciano per il gruppo “Insieme per Fisciano” e Presidente del Consiglio di Amministrazione del Gal “Terra è Vita” che ha aggiunto “Stiamo facendo di tutto per aprire più velocemente possibile centri vaccinali come a Baronissi e Fisciano, per tutelare la salute da tutti e ci siamo sentiti dire, proprio dall’ASL, che non ci sono vaccini, Pfizer e Moderna, da somministrare a questa categoria di ultraottantenni. I nostri nonni risultano dunque abbandonati a sé stessi proprio da coloro che sono preposti anche alla loro difesa.

La cosa è tanto assurda da far credere che, o non si è in grado di dirigere una struttura così importante come l’ASL, o non vi è alcun interesse nel cercare una risoluzione al problema, tale da permettere la e vaccinazione di questa categoria, debole e indifesa. In entrambi i casi si evince una grande incompetenza, proprio in un momento delicato come questo che stiamo vivendo in cui c’è la necessità di competenza, professionalità e concretezza, perché di scaldasedie, davvero non sappiamo cosa farcene”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui