Tra il 29 ed il 30 ottobre torna l’ora solare

0
24

Ora solare, ora legale…ogni anno, l’ultima domenica di ottobre ritorna questo momento in cui possiamo credere di avere potere sul tempo, ma, ovviamente, così non è.

In questa notte tra il 29 ed il 30 ottobre, alle ore 3, si dovrà dall’ora legale all’ora solare, le lancette cioè andranno un’ora indietro e domani, domenica 30 ottobre, si avrà un’ora di luce in meno. Il cambio di lancette vale per i dispositivi analogici ossia sveglie, orologi da parete, da polso, mentre per tutti gli altri, ossia per i telefonini connessi ad internet, il cambio di orario avverrà automaticamente.

Da ottobre fino a marzo le giornate saranno più corte ed il sole tramonterà prima.

L’ora legale nasce proprio con l’intento di regalare un maggior numero di ore di sole alle attività umane, con un risparmio energetico serale dovuto alle giornate che si accorciano. Questo ovviamente è utile soprattutto per i paesi mediterranei in quanto i paesi nordici già hanno giornate più lunghe per la loro latitudine.

E’ il 1784 quando Benjamin Franklin, l’inventore del parafulmine, pubblicò una sua idea sul Journal de Paris. Lo scienziato intendeva risparmiare sulla spesa delle candele mettendo un cannone in ogni via, per sparare un colpo e svegliare i contadini per far cominciare loro la giornata di lavoro…L’idea non piacque…ma il senso dell’idea di Franklin era quella di forzare la popolazione a svegliarsi prima e ci provò in vari modi: con tassazione delle persiane, razionamento candele, divieto di circolazione notturna, ed una sveglia rumorosa all’alba.

Perchè questa idea? La risposta sta nel  risparmio energetico. Fu l’entomologo neozelandese George Vernon Hudson a proporre nel  1895, egli presentò uno spostamento in avanti degli orologi di due ore,  idea ripresa dal costruttore britannico William Willett, che  trovò consensi nella situazione provocata  delle esigenze economiche provocate dalla Prima guerra mondiale, da allora molti Paesi seguirono l’esempio del Regno Unito

Molti sono stati i dibattiti in merito all’alternanza degli orari e nel 2018 il Parlamento Europeo interpellò i cittadini europei che si dissero favorevoli all’abolizione del cambio dell’ora, mentre pochi mesi fa la Sima, Società italiana di medicina ambientale aveva chiesto al Governo draghi di istituire l’ora legale tutto l’anno.

Vedremo cosa si deciderà in seguito…

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui