Usura ed estorsione, convegno presso la cattedra di Diritto Penale dell’ateneo salernitano

0
20

Si è tenuto ieri  il seminario su “Usura ed estorsione: prevenzione e contrasto”, organizzato dalla Cattedra di Diritto Penale Parte generale e Parte Speciale del Prof. Andrea R. Castaldo e dall’Associazione Sos Antiracket e Antiusura presieduta dall’Avv. Tommaso Battaglini.

Numerosi gli studenti che hanno partecipato all’evento, sia in aula (in conformità alle disposizioni anticovid) che in streaming.

Nutrito il panel dei relatori che si sono avvicendati sui temi della prevenzione e del contrasto ai reati di usura ed estorsione, richiamando anche casi pratici e inchieste giudiziarie che hanno stimolato l’interesse dei ragazzi universitari che hanno preso parte all’evento.

Ha introdotto e moderato i lavori il Prof. Andrea Castaldo, cui hanno fatto seguito gli interventi del Prof. Elio Lo Monte e del Prof. Marco Naddeo.

Per Sos Antiracket Antiusura ha relazionato l’Avv. Antonio Picarella, penalista e responsabile dell’ufficio legale dell’associazione, il quale si è soffermato sul ruolo del difensore della vittima di reato e sull’assistenza delle parti offese nel corso del procedimento penale.

Ha preso poi la parola il dottore Federico Nesso, Sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Torre Annunziata che ha illustrato agli studenti di diritto penale le tecniche investigative che il pubblico ministero è chiamato ad attuare per accertare e perseguire fenomeni di usura ed estorsione, sottolineando il ruolo della criminalità organizzata che attraverso questi reati si inserisce e contamina il tessuto economico e sociale.

Ha infine concluso l’Avv. Dario Vannetiello, penalista del Foro di Napoli e cassazionista, il quale ha discusso dei processi di mafia ed il ruolo dell’Imputato.

«I seminari realizzati in collaborazione con il Prof. Castaldo e le Cattedre di diritto Penale sono un’occasione unica di incontro e di confronto con i giovani studenti universitari, per raccontare loro storie di vite e di processi che coinvolgono vittime di usura, di estorsione e della criminalità organizzata in genere – ha evidenziato l’Avv. Antonio Picarella – Il difensore delle persone offese svolge in questo ambito un compito gravoso e delicato, perché è chiamato ad affiancare ed assistere persone, famiglie e imprese che subiscono vessazioni da parte di una criminalità, organizzata e non, che attraverso l’aggressione al patrimonio, esercita il proprio potere sul territorio».

Per il presidente di SOS Antiracket Antiusura Tommaso Battaglini «questi incontri sono anche l’occasione per ricordare il ruolo fondamentale svolto dalle associazioni regolarmente iscritte in prefettura e presso il ministero nella prevenzione ed il contrasto ai reati di usura ed estorsione, e per far comprendere l’importanza della denuncia, unico strumento delle mani della vittima, che grazie alle associazioni impegnate sul campo, non è sola in questa lotta alla criminalità».

 

(Il numero di primo contatto dell’Associazione Antiracket Antiusura è il 379 137 66 28)

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui