“Novità e linee guida sul Bilancio d’esercizio 2017”: commercialisti a confronto

0
16

Contratti derivati ed il loro processo giuridico-di Sergio Del Vecchio-

“Novità e linee guida sul Bilancio d’esercizio 2017. Principi di redazione del bilancio secondo le novità del D. Lgs. 139/2015, strumenti derivati: trattamento civilistico e fiscale” è i titolo del primo convegno organizzato dall’Associazione Commercialisti Salerno,  tenutosi a Salerno presso la sala convegni del Meridiana Hotel.

In veste di relatori  sono intervenuti al convegno, moderato da  Raffaele Adriano Tosto, consigliere ANC Salerno, i  commercialisti: Paolo Longoni, Paolo Nagar e Riccardo Patimo; per gli indirizzi di saluto  vi erano il Presidente ODCEC di Salerno, Salvatore Giordano, e Mauro De Santis, segretario ANC Salerno.

Nell’ambito del convegno si  è discusso dei nuovi principi contabili nazionali e degli strumenti idonei per poter effettuare analisi e controlli,  esaminando dettagliatamente il D. Lgs. 139/2015 che, recependo la Direttiva 34/2013/UE, ha modificato notevolmente la disciplina prevista dal Codice Civile, in tema di redazione del bilancio, fornendo un significativo apporto di trasparenza contabile dei contratti o strumenti derivati. Come noto, fino al 2004 era assente una specifica regolamentazione inerente al c.d “fuori bilancio”. Solo nel 2015 si è reso necessario colmare alcune lacune che ancora permettevano di aggirare il rispetto di alcuni principi generali di Bilancio, al fine di risolvere eventi critici che hanno visto coinvolte imprese private e pubbliche di tutte le dimensioni. La normativa pone l’accento in merito all’obbligo di rilevare in bilancio i derivati al loro fair value e sulla distinzione tra coperture di elementi presenti in bilancio e coperture di flussi finanziari futuri.

«Durante l’incontro abbiamo approfondito il bilancio di esercizio, dalla sua redazione alla sua approvazione con particolare attenzione al trattamento civilistico e fiscale degli strumenti derivati – spiega il Presidente dell’ANC, nonché organizzatore del convegno, Matteo Cuomo -. Abbiamo raccolto, in questo dossier, le nuove disposizioni normative che garantiscono concretezza ed attualità ad alcune grandezze economiche. L’argomento – continua – è di vitale importanza perché spesso i contratti derivati creano non pochi contrasti tra la certezza dei loro effetti ed obblighi nel mondo finanziario, e l’indeterminatezza e variabilità nel mondo economico». E conclude: «Il nostro obiettivo è stato quello di offrire una maggiore convergenza di lettura a tutti i professionisti presenti».

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui