Miss Italia 2020: vince Marina Sambucini

0
147

-di Marianna Giugliano-

Martina Sambucini è la nuova Miss Italia 2020, già eletta Miss Roma, è riuscita a riportare la corona nella Capitale dopo ben 27 anni, facendo ritornare così il titolo di Miss Italia al Lazio per l’undicesima volta.

La vincitrice ha 19 anni, vive a Frascati e ha da poco iniziato l’università scegliendo la facoltà di “Psicologia del marketing”. È una ragazza solare che ama stare a contatto con la natura, cucinare e da sempre sogna di entrare nel mondo delle sfilate, e lei stessa ha dichiarato: Sono positiva e genuina, mi piace molto relazionarmi con gli altri. Ho deciso di mettermi in gioco con il concorso, che mi ha permesso di scoprire dei lati di me che non conoscevo e vincere le mie insicurezze. Sono felicissima per questo successo della capitale che mancava da tanti anni.

La finalissima, presentata da Alessandro Greco, già conduttore della finale dello scorso anno, e da Margherita Praticò, organizzatrice e presentatrice delle selezioni di Miss Italia nel Lazio, si è svolta allo Spazio Rossellini, senza pubblico e rispettando il distanziamento e l’uso della mascherina.

La stessa Patrizia Mirigliani, patron del concorso, ha affermato: “Questa edizione di Miss Italia è stata all’insegna della speranza. Un’elezione in modalità diversa, nel rispetto di tanti che da mesi affrontano ogni sacrificio, ma comunque una Miss Italia che guarda al futuro. Un segnale di ripresa, di fiducia, di un ritrovato, necessario vigore. Abbiamo così raccolto l’invito di quanti ci hanno sollecitato a non interrompere una tradizione che ha un forte significato simbolico e, in questo momento, anche una forma di incoraggiamento per tante persone”.

Un concorso sicuramente diverso dal solito, che è riuscito ad adattarsi al particolare momento storico che ormai viviamo da quasi un anno, offrendo, così, un incoraggiamento a non fermarsi mai in qualunque circostanza. Non è stato possibile fare neanche il solito gran galà che invece è stato sostituito da un casting ed un colloquio con la giuria. Nella prima uscita è stata fatta la presentazione delle ragazze che hanno sfilato con un completo più “sportivo”,  top e leggins; nella seconda uscita hanno indossato una camicia di seta annodata sotto al seno e una minigonna e hanno parlato di se stesse ai giudici; e infine, nell’ultima uscita, hanno sfilato indossando un elegantissimo abito da sera di Toi Spose Couture.

“Roma Capitale ha accolto così questo evento, per una volta allestito con semplicità, per interpretare il coraggio di tante persone, la loro voglia di rialzarsi, di reagire, di preparare il futuro. Un’elezione di Miss Italia ispirata alla fiducia, in un anno in cui, nonostante tutto, il virus non è riuscito a oscurare la Bellezza. E nemmeno il desiderio delle ragazze di crescere e di emergere.” (Da Missitalia.it)

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui