Dal 26 al 28 Giugno torna il Limen Salerno Festival tra musica, arte e cultura

0
9

Rispetto alle ultime edizioni, che si sono svolte tra i mesi di agosto e settembre, quest’anno il Limen Salerno Festival 2024 anticipa il suo ritorno, il 26, 27 e 28 giugno, sempre al Parco dell’Irno. Un appuntamento che arricchisce l’estate salernitana all’insegna di tre giornate dedicate ai giovani tra musica, arte e cultura.  

La scorsa edizione ha visto alternarsi sul palco artisti d’eccezione, che hanno saputo colorare il festival di emozioni e divertimento: da Roberto Colella della Maschera, passando per Morfuco e Tonico 70, Lucio Corsi fino ai Bnkr44, collettivo che ha riscosso un grande successo durante quest’ultima edizione del Festival di Sanremo, con l’energetico singolo “Governo Punk”. 

Ad aprire invece la quinta edizione spetta a due band di grande prestigio: i 24 Grana e gli Ex-Otago. I primi sono un gruppo che vantano nel loro repertorio una carriera di sperimentazioni e contaminazioni musicali, dal reggae fino al dub, passando infine per il rock; un collettivo in grado di unire diverse generazioni e di rappresentare al meglio l’identità e le radici del nostro territorio.

Gli Ex-Otago, band indie pop, arriva direttamente dalla Liguria ed è da anni una delle band più amate e ascoltate in Italia. È del 2019 la loro partecipazione al Festival di Sanremo con il singolo “È solo una canzone”, disco d’oro nel 2020, che ha mostrato definitivamente a tutti il loro grande talento. 

Quest’anno il LimenSafe2024, con una visione ancora più ambiziosa, offrirà un programma vastissimo che partirà nel pomeriggio alle 17:30, fino alla sera con i concerti degli artisti. Il Teatro Ghirelli ogni giorno ospiterà workshop, talk e incontri arricchendo notevolmente il palinsesto delle proposte Limen con eventi e iniziative da non perdere. 

Non solo musica, ma anche tanta arte ed installazioni che ogni anno circondano l’arena di opere uniche e creative. L’Associazione, attraverso lo spazio Expo, permette di esprimere i linguaggi artistici di chiunque abbia voglia di esporre, così come i tanti musicisti e cantanti del territorio che non vedono l’ora di esibirsi in questa prossima edizione, offrendo così l’opportunità a tanti giovani artisti di farsi conoscere e apprezzare. 

“Che il vento no, non era un freno, ma una spinta è un verso di un brano di Lucio Corsi, Trieste, da cui prende spunto la nuova tematica del LimenSafe 2024, il Vento, che rappresenta croce e delizia, cadute ma anche risalite, complice dei più grandi disastri ma anche delle più grandi scoperte dell’uomo. Il Vento come paura e coraggio, di quelli che possono frenare il nostro cammino, oppure, spingerci verso orizzonti lontani. Di questo elemento imprescindibile della natura si tinge il Festival di quest’anno, pronto ancora una volta, ad issare le vele verso un’altra fantastica edizione.

Loading

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!