Taglio del nastro per la 25esima edizione del Festival del Cinema di Salerno

0
10

Sindaco Napoli: «Il FICS fa parte della storia e del vissuto della nostra città e quest’anno rappresenta anche un passo avanti verso la normalità».

Da oggi, lunedì 22, fino a sabato 27 novembre, il capoluogo di provincia si trasforma in capitale del grande cinema per il ritorno in presenza del Festival Internazionale del Cinema di Salerno. Arrivato alla sua 75esima edizione, l’evento nasce con l’obiettivo di alfabetizzare al mondo cinematografico la cittadinanza tutta, attraverso film, open forum, convegni e incontri tematici.

«Finalmente riprendono le attività in presenza e per questo il Festival Internazionale del Cinema di Salerno rappresenta un ulteriore passo verso un ritorno alla normalità. Inoltre, è una kermesse cinematografica che fa parte della storia e del vissuto della nostra città. Ricordo ancora quando da bambino restavo incantato dai fasci delle fotoelettriche che mi destavano forti emozioni e rischiaravano le serate salernitane». Queste le parole di benedizione del Sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli.

Il programma dell’edizione 2021 del FICS è davvero ricco. Si parte questa mattina, alle ore 09.00 in Sala Pasolini (via Alfonso Alvarez, Salerno), con “Resistance, la voce del silenzio”, il lungometraggio dedicato alle scuole del regista Jonathan Jakubowicz, e, rispettivamente alle ore 19.00 e alle ore 20.00, si continua con i film fuori concorso: “Mirea”, regia di Salvatore Sannino; e “Dov’era lei a quell’ora” che vede nel cast Riccardo Fogli e Dalila Di Lazzaro.

Domani, martedì 23, si prosegue in Sala Pasolini con gli appuntamenti con le scuole, alle ore 9.00 e alle ore 11.00, con la proiezione del film “Non odiare”, del regista Mauro Mancini.

Nel pomeriggio, invece, alle ore 17.00, l’evento di punta della giornata sarà l’open forum “Il Cinema, la Tv e gli esempi da raccontare”, che vedrà la partecipazione: del Colonnello Sergio De Caprio, meglio conosciuto come Capitano Ultimo, noto alla cronaca nazionale e internazionale come l’ufficiale che ha arrestato Totò Riina; dell’Onorevole Gianpiero Zinzi, Presidente Commissione regionale Anticamorra e Beni Confiscati della Campania; dell’avv. Donato D’Aiuto, Presidente BYS – By Your Side; dell’Onorevole Carmine MOCERINO, Presidente Commissione regionale Anticamorra e Beni Confiscati della Campania; del regista Ambrogio Crespi.

L’incontro,  organizzato in collaborazione con “Il Pezzo Impertinente” e “BYS – Be Your Side”, sarà moderato dal Responsabile Relazioni Esterne e Markentig, oltre che Direttore de “Il pezzo Impertinente”, Gaetano Amatruda:

«Siamo davvero orgogliosi di aver organizzato un incontro così prestigioso a cui parteciperanno ospiti di grande calibro sociale e culturale. Racconteremo gli esempi del bene. Sandro Pertini, tra i più amati Presidenti della Repubblica Italiana, diceva che ‘i giovani non hanno bisogno di sermoni ma di buoni esempi’, uno di questi è senza ombra di dubbio il Capitano Ultimo. Nel pomeriggio di martedì, con lui e con le Istituzioni partecipanti, proveremo ad avviare un cammino di giustizia partendo da Salerno».

Dopo l’open forum, seguirà la proiezione del cortometraggio “Usura” del regista Vincenzo Procida e prodotto da AR Production.

Nella giornata di mercoledì 24, invece, in programma il film dedicato alle scuole “Figli”, del regista Giuseppe Bonito, che verrà proiettato in Sala Pasolini alle ore 09.00 e alle ore 11.00. Mentre, alle ore 10.00, presso il Convitto Nazionale di Salerno “T.Tasso” (Piazza Abate Conforti, Salerno), avrà luogo il secondo open forum dal titolo “Il triangolo Strategico: arte – tecnologica – Business nell’era del Covid 19: evoluzione o involuzione?” che, moderato dalla Community Manager la dott.ssa Ilaria Cuomo, vedrà la partecipazione di: Michele Nappi, docente presso l’Università degli Studi di Salerno; Don Patrizio Coppola, conosciuto nel mondo digitale con il nickname “Padre Joystik”; il dott. Francesco Pannullo, Community Manager di Palazzo Innovazione.

Sempre nello stesso giorno, si ritorna in Sala Pasolini, alle ore 18.30, per l’incontro, organizzato da Un In Strada nella persona del Presidente Rino Cuccurullo, “Uis Caffe” che vedrà alternarsi sul palcoscenico il dott. Geppino Lauriello, il dott. Salvatore Ciro Nappo e il prof. Gianfranco Rizzo. In interludio la voce e la chitarra di Rocco Scarano.

«Siamo davvero felici di essere protagonisti di uno dei tanti appuntamenti dell’edizione 2021 del FICS. Offriremo a tutti gli spettatori una serata all’insegna della cultura e dello svago attraverso i racconti di uomini che hanno vissuto la guerra, passando dall’età antica a quella contemporanea, concludendo con spaccati audaci e divertenti della vita di un prof. La serata, poi, si concluderà con la presentazione del libro del prof. Rizzo ‘Il titolo non dice molto’». Assicura il prof. Cuccurullo.

La giornata più ricca e intensa da calendario, sarà quella di giovedì 25 che, oltre alle consueti proiezioni dedicate alle scuole – alle ore 9.00 e alle ore 11.00 – del film “Gli anni più belli” di Gabriele Muccino, vedrà, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne,  l’open forum “Contrasto alla violenza sulle donne”, che avrà luogo nell’Aula Magna del Tribunale di Salerno alle ore 10.00, a cui parteciperanno relatori di grande spessore: dott.ssa Iside Russo, Presidente della Corte d’Appello; dott. Leonida Primicerio, Procuratore Generale presso la Corte d’Appello di Salerno; dott. Giuseppe Ciampa, Presidente del Tribunale di Salerno; dott. Giuseppe Borrelli, Procuratore della Repubblica del Tribunale di Salerno; l’attrice Rosalia Porcaro; dott. Lucia Casale, Presidente CPO; dott.ssa Maria Zambrano, Presidente ANMS; dott. Silverio Sica, Presidente COA; avv. Paola De Cesare, Direttore artistico FICS; avv. Francesco Siniscalchi, difensore di Nunzia Maiorano (vittima di violenza); Giovanni Maiorano, fratello di Nunzia.

Dopo il convegno, seguirà la proiezione del cortometraggio “Femminicidio”, del regista Corrado Ardone, con Rosalia Porcaro e Antonio Pennarella

«Anche all’interno di un Festival cinematografico è necessario parlare del problema della violenza di genere per sensibilizzare quante più persone possibili. Non potevamo esimerci, inoltre, nel non organizzare questo appuntamento proprio nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne in cui, con i nostri relatori, approfondiremo questa tematica tanto delicata quanto importante. Sarà una giornata che rappresenterà anche un’occasione per guardare avanti e creare un mondo migliore». Spiega la moderatrice dell’appuntamento, l’avv. Stefania De Martino.

Si continua, alle ore 19.00, in Sala Pasolini con la proiezione del cortometraggio del regista Alfonso Della Rocca, “Arcana – La leggenda del Ponte dei Diavoli”, prodotto da AR Production.

«Il lavoro racconta le misteriose storie che orbitano attorno all’acquedotto medievale della città di Salerno, conosciuto ai più come ‘ponte dei diavoli’, costruito nel IX secolo per portare acqua dalle colline circostanti fino al Monastero di San Benedetto. Sarà proprio la struttura architettonica di via Arce a fare da palcoscenico al documentario che, con immagini d’epoca e con testimonianze di esperti storici, narrerà i racconti che rendono, ancora oggi, magico e oscuro quel luogo». Garantisce il regista.

Successivamente sarà proiettato la docu-fiction “Ivan dal mare”, regia di Lia Beltrami con Ivan Matteo Pederbelli.

L’ultimo appuntamento in Sala Pasolini, avrà luogo nella mattinata di venerdì 26 per la proiezione dedicata alle scuole del film “Tenent” del celeberrimo regista Christopher Nolan.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui