Los Angeles: è morta La Signora in Giallo, addio all’attrice Angela Brigid Lansbury

0
30
Di Eva Rinaldi - Angela Lansbury, CC BY-SA 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=23656688
Di Eva Rinaldi - Angela Lansbury, CC BY-SA 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=23656688

Ci ha tenuto compagnia con i suoi casi da risolvere interpretando La signora in Giallo, serie tv americana che fece di lei l’attrice tv più pagata al mondo, conquistando il record di attrice protagonista in una serie tv con il maggior numero di candidature agli Emmy Award, ben 4 Golden Globe, il People’s Choice Award e numerosi altri premi, tra cui un Telegatto. Ma è stata anche Miss Marple, il personaggio creato da Agatha Christie, in Assassinio allo specchio e in Assassinio sul Nilo (1978). Ha prestato la sua voce a cartoni animati come L’ultimo unicorno (1982) e La bella e la bestia (1991), in cui interpretava l’affettuosa teiera canterina Mrs. Bric, ha collaborato anche alla colonna sonora stessa del film, interpretando il brano Beauty and the Beast, che vinse l’Oscar per la migliore canzone. Ha partecipato al doppiaggio del film di animazione Anastasia, nel ruolo dell’Imperatrice Madre, disegnata a sua immagine, e nel 1999 ha presentato il cortometraggio L’uccello di fuoco compreso nel disneyano Fantasia 2000.

Parliamo dell’attrice, doppiatrice, scrittrice britannica Angela Brigid Lansbury, morta oggi a Los Angeles, nel sonno, a 96 anni. Nata in Inghliterra nel 1925, era figlia dell’attrice Monya MacGill  e del politicoEdgar Isaac Lansbury, un membro del Partito Comunista di Gran Bretagna, trasferitasi dall’Inghilterra agli Stati Uniti dopo i bombardamento di Londra. Per pagare la retta scolastica fu commessa insieme alla madre in un grande magazzino. Nel 1942, dopo un’audizione al Roseland di Broadway fu scelta per esibirsi come cantante e cabarettista in un night club di Montréal fino ai primi provini per la MGM.

Varie le candidature all’Oscar , prima con il film Angoscia (1944), pellicola di George Cukor con Charles Boyer ed Ingrid Bergman, poi per la sua interpretazione in Il ritratto di Dorian Gray (1945), adattamenti cinematografico del romanzo di Oscar Wilde.

Fu  in Il disonesto (1947), nel musical western Le ragazze di Harvey (1946), Sansone e Dalila (1949),  La lunga estate calda (1958) con Paul Newman e Orson Welles, al film Disney Pomi d’ottone e manici di scopa (1971). Frank Capra, su suggerimento di Katharine Hepburn la scelse per il ruolo di una spietata direttrice di un giornale che seduce Spencer Tracy nel film a sfondo politico Lo stato dell’Unione… tante davvero le sue interpretazioni con quel suo viso maturo che le permetteva di interpretare ruoli accanto a personaggi maschili molto più grandi di lei.

Cinema e tanto taetro dunque, l’attrice fu insignita del titolo di Commander of the British Empire,  nominata Disney Legend nel 1995, annovera infine ben due stelle nella prestigiosa Hollywood Walk of Fame  mentre la regina Elisabetta II le conferì il titolo di Dama di Commenda dell’Ordine dell’Impero Britannico.Nel 2014, durante la premiazione degli Oscar, ricevette l’Honorary Award (Oscar alla carriera) per i suoi svariati successi nell’industria cinematografica e televisiva.

Dopo una carriera lunga 75 anni, ci lascia La Signora in Giallo, con lo stesso stile sobrio ed elegante con cui ha interpretato i suoi personaggi.

 

 

Di Eva Rinaldi – Angela Lansbury, CC BY-SA 2.0,

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui