A Linea d’Ombra, il corto “Questo è l’anello” girato a Salerno, in gara nei festival di tutto il mondo

0
7
Salerno protagonista nel corto con Giardini della Minerva e Centro Storico. Nel 2022 in gara in festival di tutto il mondo
Grande accoglienza ed emozione nella Sala Pasolini a Salerno per il cortometraggio “Questo è l’anello” diretto da Luigi Marmo, scritto da Diego De Silva e prodotto da Hobos Factory con il contributo di Banca Campania Centro e Fondazione Cassa Rurale Battipaglia.
La “prima” del corto, inserita nel programma ufficiale di Linea d’Ombra Festival 2021, è stata la tappa più significativa del progetto “Una Banca di racconti”, promosso da Banca e Fondazione in collaborazione con Salerno in Festival e con il patrocinio del Comune di Salerno.
Nell’ambito dell’iniziativa, sono stati coinvolti i giovani soci del club Kairòs di Banca Campania Centro in un percorso prima formativo, con workshop e laboratori a distanza, e poi operativo nella realizzazione del prodotto cinematografico, presso il set allestito nella città di Salerno, tra centro storico e Giardini della Minerva.
Il corto racconta la storia di Anna e Massimo, interpretati dai giovani e talentuosi attori salernitani Marta Chiara Amabile e Mario De Caro, una coppia alle prese con incomprensioni e sorprese, alla ricerca di un orizzonte comune. Nel cast anche la giovane socia Assunta Salerno, alla prima esperienza davanti alla telecamera. Le musiche originali sono state composte da Mario Spinelli.
Alla proiezione in anteprima del corto, in gara dal 2022 nei principali festival internazionali, hanno partecipato il cast del corto, il regista Luigi Marmo e il produttore Dario Renda, lo scrittore Diego De Silva, i referenti di Banca Campania Centro e Fondazione Cassa Rurale e il neo Assessore al Turismo e alle Attività Produttive del Comune di Salerno Alessandro Ferrara, che ha rivolto un plauso all’iniziativa e ai partner per l’”elevato valore artistico e culturale del progetto che avrà ricadute positive per l’immagine della città”.
L’incontro, presentato dal direttore artistico del Festival Giuseppe D’Antonio, ha visto anche la partecipazione del presidente di Kairòs Giovani Soci Antonio Abate e del giovane socio Antonio Tortora, tra i più attivi durante il progetto.
“Come banca di comunità siamo da sempre sensibili alle eccellenze dei nostri luoghi senza dimenticare i giovani, che vanno incentivati a restare sul territorio – ha sottolineato il presidente di Banca Campania Centro Camillo Catarozzo – Siamo orgogliosi di aver coniugato con questo progetto la promozione turistica della città di Salerno e il coinvolgimento dei nostri giovani soci”.
“Il progetto Una Banca di Racconti è stata un’esperienza che ci ha dato grandi soddisfazioni – ha commentato il direttore generale della Banca Fausto Salvati – La storia dei due protagonisti del cortometraggio, supportati dalla Banca nella realizzazione dei loro sogni, è la stessa di tanti nostri soci e clienti che vedono in noi un riferimento sul territorio.”
“Non immaginavamo a inizio progetto un risultato così significativo, un cortometraggio che promuoverà la città Salerno in giro per il mondo a firma di Banca e Fondazione – ha aggiunto Federico Del Grosso, presidente della Fondazione Cassa Rurale Battipaglia e tra gli ideatori dell’iniziativa – Ringrazio lo staff di Linea d’Ombra, che ci ha accompagnato in questa fantastica avventura, lo scrittore Diego De Silva, il regista Luigi Marmo e la Hobos Factory. Un plauso ai nostri giovani soci, che con il loro entusiasmo hanno reso questo progetto di altissimo valore.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui