La Salernitana fallisce l’aggancio al secondo posto: vince il Monza con la doppietta di Balotelli

0
10

-salernonews24Sport-di Emanuele Petrarca-

Giornata buia, all’Arechi di Salerno, per gli uomini di Castori, costretti a capitolare contro un Monza dimostratosi non eccessivamente superiore ai granata, ma molto più cinico e mortifero nelle occasioni avute.

L’1-3 finale, a favore degli uomini di Brocchi, diventa un risultato che porta con sè tanti rimpianti per il proseguo della stagione della Salernitana che, non solo vedrà la stessa squadra brianzola avvicinarsi in classifica, ma non sfrutta la sconfitta del Lecce che avrebbe potuto agevolare la corsa al secondo posto qualora la squadra di Castori avesse portato a casa almeno un punto.

Eppure, fino a 10 minuti dalla conclusione della partita, sembrava potesse regnare un certo equilibrio con la formazione di casa che ad inizio del match si è vista negare un dubbio calcio di rigore e poi ha subito l’ondata di occasioni del Monza che al quindicesimo del primo tempo vede strozzata la gioia del gol di Sampirisi dalla traversa con il granata Belec, ormai battuto.

Il Monza conduce nel possesso palla, ma la Salernitana tiene bene e riesce ad essere più volte pericolosa. Serve proprio una leggerezza difensiva della formazione granata a spianare la strada al primo gol della partita, firmato da Frattesi che nel secondo tempo porta in vantaggio i biancorossi.

La squadra di Castori, oggi sostituito dal vice Bocchini a causa della squalifica del mister, però dimostra ottima forza di reazione e non solo non si scompone, ma riesce anche a sorprendere la difesa del Monza con un’elegante azione a “tinte viola”.

Sono, infatti, due ex prodotti del vivaio della Fiorentina a regalare ai granata il momentaneo pareggio due minuti dopo il gol subito: Capezzi confeziona in maniera egregia lo scambio con la punta Cedric Gondo che raccoglie l’assistenza del compagno e si dimostra gelido davanti al portiere scavalcandolo con un colpo sotto.

La partita sembra destinata ad un pareggio, ma, all’80’, aleggia all’Arechi la presenza di Mario Balotelli.

Non è stata indimenticabile l’avventura brianzola dell’ex promessa del calcio italiano che, però, resta uno di quei giocatori che quando è in giornata può tranquillamente regalare la vittoria ai propri compagni. Purtroppo per la formazione di casa, oggi è quel tipo di giornata in cui il timido e svogliato Balotelli rimette le vesti del fortissimo “Super Mario” che tanto ci aveva fatto sognare, con la maglia della Nazionale, ad Euro2012.

Balo è autore di due gol negli ultimi 10 minuti di gara e certifica la vittoria dei suoi ai danni di una Salernitana fin troppo impreparata in fase difensiva.

Il Monza, con 8 giocatori fuori dopo lo scandalo “casinò a Lugano”, riesce stoicamente a vincere lo scontro dell’Arechi. Balotelli si dimostra nuovamente decisivo contro quella che, ormai, è la sua vittima preferita (su 4 gol segnati, 3 sono stati messi a referto contro i granata), mentre alla Salernitana non resta che l’ammissione di aver fallito un incrocio fin troppo importante.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui