Inizia il 2019 : Granata tra vittorie e mercato

0
6
Palermo’s Aleksandar Trajkovski during the Serie BKT match between US Citta di Palermo and Salernitana at Stadio Renzo Barbera January 18 2019 Palermo, Italy.Mike Palazzotto

SalernoNews24.it-Sport- di Emanuele Petrarca

La Salernitana inaugura l’inizio del nuovo anno come meglio non si poteva, battendo, allo Stadio Renzo Barbera di Palermo, la capolista del campionato cadetto, nonché campione di inverno.

Il 2019 è iniziato in maniera silenziosa per i granata, soprattutto, considerando il mercato di gennaio che, attualmente, non ha riservato grandi colpi per la squadra di Gregucci se non negli ultimi giorni dove la società ha annunciato il tesseramento di Joseph Minala, in prestito dalla Lazio, e del promettente Iacopo Cernigoi, scuola Milan, prelevato dal Pisa e girato subito in prestito al Rieti.

L’arrivo di Minala offre alla rosa granata quel ricambio in più che può donare qualità ed estro al centrocampo. Quello del giovane centrocampista ex Lazio è un ritorno visto che già, nella stagione 2016/2017, aveva vestito la maglia granata, in prestito biennale, per poi tornare nella sua squadra di provenienza con la speranza di ottenere qualche chance da titolare. È durata poco la permanenza del Camerunense nella Lazio che ha deciso di tornare, ancora, con la formula di prestito secco, in Campania e mettersi a disposizione di Gregucci.

Anche Minala, subentrato, è stato tra i protagonisti di quella che ha i connotati di una vera e propria impresa. La Salernitana sbanca il “Barbera” per 2 a 1 iscrivendosi alla lotta per un posto ai play-off, che valgono la possibilità di poter entrare in Serie A, dopo una clamorosa rimonta maturata nei secondi finali. Il Palermo arrivava a questa sfida da grande favorita, ma con tanti rumors dovuti al cambio societario maturato in questi mesi e che ha debuttato proprio nella sfida contro i granata. La partita è subito in discesa per i siciliani che trovano il vantaggio al 17’ del primo tempo grazie a Mato Jajalo che raccoglie un buon cross di Hass e con il mancino batte Micai per la gioia dei tifosi casalinghi. Il Palermo ,però, non sembra particolarmente lucido e non dà mai né l’impressione di poter chiudere la partita, né di mantenere il pallino del gioco e amministrare il vantaggio ottenuto.

La Salernitana capisce, così, di poterne approfittare. Dopo un inizio impaurito, il 3-4-2-1 ,schierato in campo da mister Gregucci ,inizia a dare i propri frutti e i granata iniziano a giocare con personalità e mostrano buona qualità nel palleggio finché al 40’ trovano il meritato pareggio.  È Andrè Andersen a trovare il gol del pareggio, dopo una buona combinazione con Vitale, grazie ad un potente destro dal limite che beffa il portiere rosanero Brignoli. Il primo tempo si conclude con un risultato di parità ma Gregucci e i suoi sono consapevoli di aver disputato 45’ di spessore e, tra le tante note positive, spicca sicuramente il primo gol italiano del brasiliano Andrè Andersen.

Il brasiliano è stato tra i migliori in campo per la Salernitana mostrando, non solo buone giocate e tanto sacrificio, ma, soprattutto, cinismo per aver concretizzato la prima vera occasione arrivatagli sui piedi. Il secondo tempo è una lotta sia di nervi, sia fisica e lo dimostrano i tanti falli e l’infortunio di Akpra Akpro, sostituito da Minala. Sembra una partita destinata a chiudersi in parità ma ,nei minuti di recupero, ecco che la Salernitana riesce a capitalizzare un contropiede, gestito benissimo dai ragazzi di Gregucci ,che si è chiuso col gol di Casasola, entrato nella ripresa. La Salernitana guadagna 3 punti preziosissimi che dimostrano come la gestione Gregucci stia pian piano portando risultati convincenti sul piano tattico. Il 3-4-2-1 sembra un modulo convincente e utile alle caratteristiche dei giocatori scelti dal tecnico che, tra i meriti, sembra aver riesumato due giocatori, quali Andrè Andersen e Djavan Andersen, meno in luce sotto la gestione Colantuono.

Il 2019 granata parte alla grande sul campo, mentre fuori dal campo si aspetta di sapere se questi ultimi giorni di calciomercato porteranno qualche nuovo innesto di valore o, sulla riga degli acquisti fatti, si deciderà di “risparmiare” puntando soprattutto su giovani a poco prezzo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui