Calcio, il “Buon Natale” della Salernitana capolista in Serie B

0
40

Salernonews24-Sport-

Quest’anno i tifosi granata avranno una sorpresa in più sotto l’albero di Natale: la Salernitana, dopo 23 anni, è di nuovo in cima alla classifica del campionato cadetto a ridosso del 25 dicembre. Più che un regalo, quella della squadra di Salerno è, attualmente, paragonabile ad una di quelle favole strappalacrime, molto usuali nel periodo natalizio, ma che, guardandole, sai che al proprio interno c’è sempre un lato “fantascientifico” o inspiegabile.

In effetti è paradossale come una delle squadre più in difficoltà nello scorso campionato e una delle società più contestate della Serie B, sia riuscita ad imbastire un inizio di campionato sensazionale che ha permesso di ricreare un’armonia, da tempo sopita, tra i supporters campani e la squadra di proprietà di Lotito e Mezzaroma.

Aspettando il Cittadella che ha una partita in meno, la Salernitana ha meritatamente raggiunto il primato in classifica sfoggiando un gioco concreto ed efficace che ha nella solidità difensiva le proprie fondamenta. Attualmente, è Gennaro Tutino l’uomo della provvidenza del cavalluccio marino. Il giocatore, prodotto del vivaio del Napoli, sta vivendo una stagione che potrebbe portarlo alla piena maturità calcistica e i numeri sono dalla sua parte.

In una Salernitana in cui manca, rispetto ad altre compagini, un buon comparto tecnico, è proprio Tutino a garantire quella fondamentale imprevedibilità con gol e assist (attualmente 6 reti e 2 assistenze).

Nella favola di Salerno, però, c’è tanto altro, tra cui la terza miglior difesa del campionato e la sicurezza che Vid Belec sta portando tra i pali. L’artefice principale è, senza dubbio, Mister Castori, uomo che conosce alla perfezione il gioco cadetto e che potrebbe portare Salerno a sognare la Serie A, che ha trasformato i malumori in applausi.

Eppure, basterebbe poco a trasformare quella che attualmente è una favola natalizia, in un incubo di inizio estate. La Salernitana sta spingendo il piede sull’acceleratore in maniera inequivocabile ma, nonostante ciò, il campionato è molto equilibrato e ci sono almeno 6-7 squadre che possono tranquillamente ambire alla Serie A. Il mercato di gennaio è alle porte e molte rivali si rinforzeranno al meglio.

Spetterà a Lotito e Mezzaroma trovare i tasselli mancanti ad una rosa che, oggettivamente, è meno qualitativa rispetto alle altre ma che sta trovando una forza nascosta proprio nella coralità e nella concretezza. In Serie B basta poco per trasformare una cavalcata vincente in una deludente annata di transizione e Salerno lo sa bene.

Castori, fino ad ora, è da elogiare; i ragazzi stanno dando lustro e orgoglio a questa città e questo Natale Salerno guarderà tutti dall’alto… ma, già dalla settimana prossima, tutti gli elogi saranno cancellati e la Salernitana dovrà tornare in campo con lo spirito e l’umiltà che hanno permesso l’attuale primato, in modo tale da non trasformare questa bellissima sorpresa in un fuoco di paglia.

Mess at Italian Wikipedia, CC BY-SA 3.0 <https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0>, via Wikimedia Commons

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui