Bentorn(A)to campionato!

0
27

SalernoNews24-Sport- di Emanuele Petrarca-

Ci eravamo lasciati con il gol di Dybala nel derby d’Italia.
Un gol tanto bello quanto premonitore di una situazione che stava degenerando in tutta la nazione. Un gol che per molti sanciva la fine di questo campionato e l’inizio di una battaglia ben più dura e difficile.
Il gol di Dybala sembrava un “addio” anticipato al campionato 2019/2020. Invece, da oggi, si scopre che quel gol fu solo uno splendido “arrivederci”. Oggi la Lega Calcio italiana, il Ministro Vincenzo Spadafora e il Premier Conte hanno sancito l’ufficiale ritorno del campionato di Serie A.

Un ritorno nuovo, rischioso, senza tifo. Il calcio, come la vita, non sarà come prima. Nessuna stretta di mano, niente immagini dagli spogliatoi, nessun coro, nessun tifo nello stadio, nessun rumore se non quello del pallone colpito ripetutamente. Eppure, a noi amanti di questo semplice, ma stupendo sport, va benissimo così.
Il 20 giugno la Serie A tornerà ad essere protagonista per ciò che succede in campo con un calendario tutto nuovo (non ancora rivelato) e con un tour de force che permetterà ai club di chiudere la stagione per gli inizi di Agosto.

Il campionato inizierà il 20 giugno, mentre la Coppa Italia anticiperà i tempi chiudendo le due restanti partite di ritorno il 13 giugno. C’è anche la concreta possibilità che la Coppa Italia decida di concludersi prima dell’inizio del campionato, ponendo, dunque, l’atto finale tra il 17 e 18 giugno.

Dopo 3 mesi si tornerà in campo: torneremo a parlare di come Cristiano Ronaldo sia un assoluto fenomeno di questo sport, di come la Lazio di Simone Inzaghi sia una realtà calcistica nata da un progetto impeccabile. Torneremo a sorprenderci per Immobile che segna ogni settimana, per l’eleganza che accompagna ogni tocco di palla di Castrovilli o per il temperamento, tecnico e tattico, di Nicolò Barella.
Torneremo a vedere le falcate di Theo Hernandez, le parate di Sirigu, la bravura nel gioco aereo di Dzeko.

Torneremo ad elogiare l’Atalanta di Gasperini come squadra più bella del campionato e, allo stesso tempo, applaudiremo per la bellezza tattica dell’Hellas Verona di Juric e l’esuberanza del Parma quando sfrutta le ripartenze di Kulusevski.
Parleremo del Napoli di Gattuso che vuole riprendersi l’Europa tentando di battere persino il Barcellona o della bellissima lotta retrocessione.
Parleremo di questo e tanto altro… Il campionato è tornato e il suo obiettivo sarà quello di farci divertire dopo mesi di assoluta paura.
Bentornata Serie A, ne avevamo bisogno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui