Al GFF innovazione a scuola con il format “School Factor”

Luglio 25, 2018 0 Comments Mondo scuola , Salerno 428 Views
Al GFF innovazione a scuola con il format “School Factor”

Mondo digitale e nuove tecnologie tra i banchi italiani- di Claudia Izzo-

E’ stato presentato stamane da Luca Tesauro, CEO Giffoni Innovation Club, presso  Multimedia Valley, il format   “School Factor”,   ideato da Giffoni Innovation Hub per insegnare la cultura digitale ai ragazzi.

Il progetto, realizzato in collaborazione con Medaarch, Knowledge for Business, Campania NewSteel e Fondazione Cultura e Innovazione mira a diffondere tra i più giovani le conoscenze necessarie a destreggiarsi in un mondo del lavoro sempre più tecnologico.

Per Valeria Fascione, Assessore Startup Innovazione e Internazionalizzazione della Regione Campania “si tratta di un modo per promuovere le competenze digitali portando nelle scuole tematiche che rappresentano le chiavi del successo del futuro: modellazione 3D, fabbricazione digitale, robotica, intelligenza artificiale tra arte e scienza, digital storytelling, visione d’impresa, business plun, narrazione digitale e social media.  Per essere competitivi bisogna aiutare il sistema scolastico a creare un ambiente, fornendo gli strumenti. Da oggi al 2050 , almeno il 70% dei lavori non esisteranno più, saranno completamente sostituiti e bisogna attrezzarsi. La Campania è la prima regione in Italia per la promozione delle competenze digitali in modo così trasversale. Questo format rende l’apprendimento anche più stimolante. Vogliamo che i ragazzi possano valorizzare i percorsi formativi che hanno seguito anche con un progetto Erasmus delle Startup; chi ha un’idea d’impresa può aprirsi al mondo con questo progetto per avere maggiori opportunità di occupazione, per un approccio giusto promuovendo sviluppo sul territorio.”

Annamaria Capodanno, Responsabile Marketing e Comunicazione Knowledge for Business, ha sottolineato l’importanza dei partners  coinvolti per  una squadra in grado di creare percorsi di formazione in 70 scuole in tutta Italia, dove poter approfondire tematiche legate all’internazionalizzazione, all’accesso ai finanziamenti, alle nuove tecnologie, all’ organizzazione eventi. Durante il prossimo evento che si terrà nel Museo Ferroviario di Pietrarsa saranno illustrati i progetti presentati.

Il patròn del Giffoni Film Festival, Claudio Gubitosi, ha ricordato che si avvicina il 50esimo anno di vita del Festival, ma si comincerà da zero, non dovendo portare dietro il “peso del “precedente”. “Dopo 17 anni è nato il Multimedia Valley”, ha affermato, ” un atto di bellezza pieno di contenuti e tra due anni avremo un cinema con 950 posti, altre sale espositive, per un luogo del pensiero, della creatività. Non ho mai trovato una generazione più bella dentro e fuori. Gli strumenti ci sono ma bisogna saperli utilizzare”.

Per Mariangela Contursi, direttore generale Campania NewSteel “Questo progetto è un ‘alleanza tra soggetti diversi e mira a creare competenze in campo digitale, tecnologia per creare contenuti. Dalla “Città della Scienza” abbiamo ereditato tanta esperienza per poter dare un contributo su come si crea una impresa, come si passa da una intuizione ad un team che regga, trasferendo un metodo di lavoro. E’ importante individuare le doti di leadership, capire la propensione al rischio. In questa era di trasformazione digitale, anche i manager sono sempre più “imprenditorializzati”. Saper “giocare” in squadra diviene caratteristica indispensabile. Il progetto prevede dunque la creazione di fucine nelle scuole,  parallelamente al programma didattico.”

Ing Riccardo Iuzzolino presidente Fondazione Cultura e Innovazione  importanti sono le esperienze e competenze per cui  la scuola, centro di aggregazione,  diviene il luogo in cui i giovani possono iniziare un percorso nuovo, approfondendo le proprie potenzialità.

Per Amleto Picerno Ceraso, fondatore Medaarch, la scuola è un terreno principe per la costruzione del futuro, è li che si formano le nuove leve per il cambiamento. “In questo scenario”, ha affermato, ” le nuove tecnologie , non come finalità ma come strumento, devono essere utilizzate per l’ innovazione e la rivendicazione della propria identità”

 

 

About author

Related articles

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply