Nell’Aula “Giancarlo Siani” del Consiglio Regionale, il documentario “Borghi in scena, gli scrittori raccontano i luoghi dell’anima”

0
55

Si svolgerà domani,  20 dicembre alle 10,  nell’Aula del Consiglio Regionale della Campania “Giancarlo Siani”,  la presentazione del progetto “Borghi in scena -gli scrittori raccontano i luoghi dell’anima”.

Il progetto è prodotto dall’Associazione Culturale L’IRIDE con il co-finanziamento della Regione Campania, nell’ambito delle iniziative per la promozione culturale del 2021, e consiste in un documentario di circa 60 minuti su sei piccoli comuni campani e su altrettanti  romanzi ambientati nel loro territorio, intrecciando ambiente fisico e letteratura.

Il progetto è stato ideato da Maria Gabriella Alfano, sceneggiato e diretto da Mariella Sellitti, alla macchina da presa e al montaggio Francesco Manzo, riprese con il drone di Valerio Di Napoli. Letture di Concita De Luca e di Felice Avella.

Protagonisti del filmato sono gli scrittori che accompagnano lo spettatore nel paese, alla scoperta dei suoi valori identitari: architettura,  arte, cultura, tradizioni, e suggeriscono strategie su cui puntare per  contrastare il fenomeno dell’abbandono.

I comuni scelti da L’Iride sono Nusco, Cairano e Guardia Lombardi in Irpinia, Circello e San Marco dei Cavoti nel Sannio e Giungano nel Cilento, le cui amministrazioni hanno condiviso e patrocinato il progetto.

Il programma della giornata prevede la proiezione del documentario e una tavola rotonda in cui si confronteranno Loredana Raia, vice-presidente del Consiglio Regionale, Felice Casucci, Assessore al Turismo della Regione Campania, Rosanna Romano, Direttore generale per le politiche culturali e il turismo della Regione Campania, e i rappresentanti dei Comuni: Luigi D’Angelis, Sindaco di Cairano, Giuseppe Orlotti, Sindaco di Giungano, Francescantonio Siconolfi Sindaco di Guardia Lombardi, Gianclaudio Golia Sindaco di Circello, Amedeo de Felicis , presidente del Consiglio Comunale di Nusco.

Saranno presenti gli scrittori, Emilia Bersabea Cirillo, Alfonso Francia, Giovanni Marino, Emanuela Sica, Stefano Stisi.

Modererà il professore Alfonso Amendola, titolare della Cattedra di Sociologia dei processi culturali dell’Università degli Studi di Salerno, che ha collaborato all’iniziativa e ha attivato per gli studenti del suo corso un tirocinio per l’intera durata delle riprese.

<<Da architetto mi sono spesso occupata dei piccoli paesi, così importanti per  nostra cultura. – sottolinea la presidente de L’Iride Maria Gabriella Alfano- In essi ritroviamo testimonianze significative del paesaggio, dei sistemi insediativi antichi, delle pratiche agricole, della produzione artigianale, degli usi e delle credenze delle comunità come feste, canti, danze e altre espressioni della cultura materiale da tramandare alle generazioni future.  

Con “Borghi in scena, gli scrittori raccontano i luoghi dell’anima” abbiamo voluto condividere le emozioni che suscitano queste piccole, accoglienti  comunità. Il nostro è un progetto “aperto” –conclude– che ci auguriamo possa proseguire in altri piccoli paesi, per farli conoscere e visitare, per far emergere i romanzi che li raccontano e, perché no, per stimolare altre narrazioni. >>

 

 

 

L’Associazione L’Iride, nata nel 1983, promuove la cultura attraverso l’organizzazione e la gestione di attività di interesse generale, anche in collaborazione con Enti pubblici, Scuole e Università.

Per promuovere la filiera del libro, l’Associazione organizza da 37 anni il “Premio letterario Città di Cava de’ Tirreni”, concorso nazionale dedicato alla narrativa e alla poesia.

Alla XXXVII edizione, conclusasi nella primavera 2021, hanno partecipato 258 autori con 353 opere, articolate nelle Sezioni “Narrativa Edita”, “Narrativa Inedita” e Poesia”. I romanzi editi sono stati 180.

Il Concorso, patrocinato dal comune di Cava de’ Tirreni, si svolge in collaborazione con il Liceo Artistico Sabatini Menna di Salerno e con gli Istituti di Istruzione Superiore di Cava de’ Tirreni: Liceo Scientifico “Andrea Genoino”, I.I.S. Della Corte-Vanvitelli e Liceo classico e musicale “De Filippis-Galdi” che realizzano il booktrailer dei libri premiati.

La collaborazione con le Scuole è un importante strumento di diffusione della lettura tra i giovani: attraverso la creazione dei booktrailer e utilizzando i linguaggi della contemporaneità, gli studenti guardano alla letteratura attraverso i nuovi media. Lettura dei romanzi, individuazione degli aspetti salienti, realizzazione di sceneggiatura, scenografia, regia, recitazione, montaggio e sonoro, sono tutte le fasi di questo processo che si traduce in un videoclip di pochi minuti, di grande impatto emozionale.

Il Concorso letterario si è orientato, negli ultimi anni, anche alla valorizzazione dell’editoria, aggiungendo il Premio Gelsomino D’Ambrosio, dedicato alla migliore copertina (Grafica, impaginazione, testi) diretto alla Case Editrici e il “Premio Simonetta Lamberti”, prima vittima bambina della camorra, dedicato alla narrativa per bambini e ragazzi.

Nel mese di gennaio 2022 sarà emanato il Bando della XXXVIII edizione.

Nel 2020 L’Iride ha realizzato il portale “Libri on air”, auditorium virtuale dedicato ai libri, agli scrittori, agli editori, ai lettori. Navigando nel sito si può venire a conoscenza dei libri, del loro leggerne il primo capitolo, ascoltare commenti o interviste e tanto altro. Sempre su “Libri on air” si possono rivedere “Il futuro del libro”,  webinar  in cui editori di tutt’Italia si sono confrontati sui temi della filiera del libro,  “Dal libro al booktrailer” dedicato ai docenti impegnati in questa attività, o “Un anno di pandemia” che raccoglie le esperienze sul lockdown di dieci scrittori italiani.

Per altre notizie sulle attività de L’Iride si rinvia alla sua pagina social e al sito www.iridearteultura.it

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui