Violenza al Ruggi di Salerno. L’Ordine dei Medici:”Si rispettino le figure sanitarie”

0
35

Dopo la tensione al San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, l’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di salerno scende in campo.

La morte di una signora di 85 anni, risultata positiva al Covid 19, ha infatti causato tensioni al Ruggi e l’aggressione  di un medico  per il rifiuto da parte dei sanitari stessi  di dar seguito alla pretesa  dei familiari di portar via la salma.

“L’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Salerno, esprime solidarietà al collega vittima dell’increscioso episodio di violenza accaduto all’Ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona.

È inaudito che si scarichi la frustrazione e il dolore sul personale sanitario che è schierato quotidianamente a tutela della salute. Il virus ha esacerbato i conflitti sociali e ha creato un’ulteriore fonte di litigiosità. Ma è importante sottolineare che, mai come in questo momento, vanno rispettate le regole e le norme, e che non è nella podestà del medico agevolare percorsi “alternativi” anche nella gestione di coloro che perdono la vita in ospedale, per il Covid o per qualsiasi altra causa.

 L’Ordine rivolge un accorato appello alla popolazione perché rispetti le figure sanitarie, sottoposte a stress fisico e psicologico a causa della pandemia. I medici chiedono l’applicazione delle nuove norme di legge a tutela delle persone e ringraziano il Prefetto di Salerno per il suo autorevole intervento.

Speriamo che la ricerca fornisca presto le armi per debellare il Covid e che resti sempre nella società la stima nei confronti di tutti quelli che si adoperano per alleviare la sofferenza altrui, anche quando tutto sarà passato.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui