UN raDuno cON il cuOre, nel SEGno della solidaRiETà e dell’amOre.

0
88

Il 24 settembre la città di Cimitile ospita il primo raduno campano di trapiantati di organi e di chi è ancora in attesa.

L’AIDO Avellino, l’AIDO NOLA – CIMITILE, con il contributo di Terra Mia APS e ANED Regione Campania, daranno Vita, in tutti i sensi, ad una giornata all’insegna della solidarietà, dell’amore, della speranza per offrire la possibilità a chi ancora aspetta un trapianto e a chi lo ha già avuto, di confrontarsi sulla tematica e di vivere un momento di spensieratezza e di convivialità.

Dopo una prima accoglienza all’interno delle basiliche, gli ospiti potranno seguire il convegno “Se io sono qui è perché qualcuno ha detto si!”, moderato da Melania Mollo, con la partecipazione di: il Presidente Gruppo Aido Nola – Cimitile, Felice Peluso; il presidente AIDO Avellino Giovanni Spiniello;  Luisanna Annunziata, Segretario regionale ANED Campania; il Presidente Terra Mia APS  Giovanni Petillo; il Sindaco di Cimitile  Filomena Balletta; il Presidente della Fondazione Premio Cimitile  Felice Napolitano; il Presidente AIDO Regione Campania Guglielmo Venditti; il Responsabile Trapianti Ospedale “Santa Maria della Pietà” di Nola  Narni Mancinelli; il Primario dell’Unità Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale di Nola dr. Vincenzo Galluccio ;  Vincenzo del Giudice del Centro Regionale Trapianti e Davide Viggiano Nefrologo e Professore Associato presso Università degli Studi di Napoli “Luigi Vanvitelli”.

A chiusura del convegno vi sarà la Santa Messa e una breve visita guidata del sito archeologico in cui si svolge l’evento.

Un raduno, questo, fortemente voluto da tutte le forze campane in campo da sempre per la diffusione di un messaggio che, se ben trasmesso, rappresenta una possibilità di rinascita e di resurrezione corporale e spirituale.

Il primo raduno, il primo di serie di incontri che avranno come unico obiettivo la gioia dei protagonisti e il risveglio di sentimenti da tempo assopiti e gettati nel fragile dimenticatoio dell’indifferenza umana.

Loading

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!