Pillole di salute con il dr Catello Lambiase : il vaccino influenzale

0
670
💊💊💊  pillole di salute-2. Parliamo di influenza, sintomi e cure; vaccini si o vaccino no con il dr Catello Lambiase, medico chirurgo, specialista in Radiologia.
– Cos’è iI virus influenzale?  
Il virus dell’influenza, della famiglia degli  Ortomixovirus comprende  quattro sottogruppi: A, B, C, D, e appartengono alla famiglia degli . Le epidemie stagionali di influenza sono causate dai virus influenzali A e B. I virus A  hanno sulla loro superficie due proteine, la emagglutinina (H, hemagglutinin) e la neuroaminidasi (N)
Nel mondo , in media 4 milioni di persone (soprattutto anziani) sviluppano complicanze gravi, che nel 10% dei casi portano alla morte.
-Come si stabilisce la composizione dei vaccini antinfluenzali, ogni anno?  
A febbraio e a settembre, un pool  di esperti mondiali identificano i ceppi virali predominanti durante la stagione influenzale in un emisfero, e si stabilisce la composizione del vaccino antiinfluenzale per la stagione successiva nell’altro emisfero.Il 20 febbraio 2019 sono state decise le composizioni. 
-Il vaccino antiinfluenzale funzionerà? 
I virus influenzale è un bersaglio mobile: muta rapidamente, e il nostro sistema immunitario non lo riconosce più, da un anno all’altro. Ogni anno quindi il vaccino deve essere ripensato; riformulato; viene anche valutata ogni anno l’efficacia stimata; nel 2019 è stata del 44%, cioè quasi la metà delle persone vaccinate non si è ammalata. 
-Quanto dura la  copertura sufficiente fino alla fine della stagione influenzale?   
Gli anticorpi indotti dalla vaccinazione si stima che durino almeno 6 mesi.  
Il picco dei contagi avviene, in Italia, tra gennaio e febbraio, e quindi ad ottobre/novembre ci si può vaccinare.  
– Il vaccino antiinfluenzale ha effetti collaterali? 
Il vaccino contiene virus ucciso o parti di esso, che non possono causare alcuna malattia.
Nella sede dell’iniezione (intramuscolare,  nel braccio) può verificarsi gonfiore,  e arrossamento locali, e in alcuni casi anche  lieve rialzo febbrile, dolori muscolari e articolari.
Non è possibile che il vaccino induca l’influenza.
-Come sarà la prossima stagione influenzale?  
Nell’emisfero Sud, nell’inverno 2020m in pieno inverno e nella fase di pandemia da SARS-CoV-2 in corso, i contagi sono stati limitati, grazie a una capillare campagna organizzativa,  a vaccinazioni di massa ed anche per le precauzioni prese contro il COVID che naturalmente proteggono da tutti i virus respiratori.
E’ stato registrato il numero di casi più basso degli ultimi 5 anni. Probabilmente succederà anche da noi. Questo non deve farci abbassare la guardia

– I vaccini per la stagione  2020-21 sono già pronti?  

La distribuzione delle dosi è già iniziata

 –Ci saranno abbastanza vaccini per tutti? 

Quest’anno è prevista una maggiore richiesta di vaccino antiinfluenzale.Sono state acquistate 18 milioni di dosi (il 50% in più rispetto all’anno scorso), che basteranno ampiamente a coprire le fasce protette (over 60 e portatori di patologie croniche). Il Ministero della Salute si è impegnato a far fronte all’aumento della domanda.

A parte il vaccino cosa posso fare per affrontare nel modo migliore questa stagione invernale con tutti i virus e gli agenti patogeni oltre il Covid19 e l’influenza?

Fare attività fisica regolarmente, mangiare in maniera equilibrata gli alimenti facendo attenzione ad assumere le giuste dosi di vitamine, oligoelementi ci consente di mantenere in forze le nostre naturali difese immunitarie, che possono da sole, nei soggetti sani, far fronte ai comuni virus stagionali, all’influenza comune ed anche al CoViD-19.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui