Coronavirus: stop all’intramoenia allargata. Polichetti” siano consentiti almeno gli esami non ripetibili”

0
108

Blocco delle prestazioni in regime di intramoenia allargata, i dubbi di Mario Polichetti. Il sindacalista della Fials interviene su uno stop che riguarda sia gli ospedali che gli ambulatori privati e legato alla necessità di ridurre le possibilità di contagio da Coronavirus.

Per il ginecologo, una decisione indiscriminata che potrebbe essere dannosa per l’utenza. «Si tratta di prestazioni non ripetibili, come ad esempio, nel caso dell’ostetricia, l’ecografia strutturale o morfologica che si fa in un periodo preciso della gravidanza, superato il quale l’esame non ha valore diagnostico e perde il significato. Pur nella necessità di mantenere gli ambulatori chiusi per evitare l’affollamento e la possibilità di contagio, è necessario che alcune visite vengano comunque consentite. Una volta trascorsa la ventesima settimana, la paziente non può più sottoporsi a quell’esame – conclude Polichetti – Chiedo quindi di rivedere il blocco per le prestazioni che non possono essere ripetute».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui