Al Ruggi di Salerno “La notte bianca della Ricerca …in sanità”

0
91

Dalle ore 19 alle 24, appuntamento rivolto agli studenti e non solo

Oggi, 29 settembre si svolgerà per la prima volta al Plesso Ruggi di Salerno “La notte bianca della Ricerca…..in sanità”, appuntamento rivolto agli studenti e non solo.In questo particolare appuntamento, infatti, i laboratori di ricerca resteranno aperti dalle ore 19.00 alle ore 24.00 per accogliere tutti coloro che vorranno comprendere questo volto della medicina così importante ed affascinante, il cui valore viene testimoniato ad ogni scoperta scientifica.

Ma la notte al Plesso Ruggi sarà anche occasione per poter pensare alla propria salute: resteranno aperti per effettuare straordinarie visite gratuite gli ambulatori di Chirurgia Pediatrica, Senologia, Dermatologia, Ostetricia e Ginecologia, Oculistica, Chirurgia Plastica per la prevenzione del melanoma, Cardiologia con visite cardiologiche ed Elettrocardiogramma, Chirurgia Vascolare con lo screening dell’aorta addominale ed Otorinolaringoiatria con lo screening delle vertigini e dei disturbi dell’equilibrio. Il Centro Trasfusionale attenderà tutti coloro che vorranno donare sangue unendo così la conoscenza alla solidarietà.

Aperti anche gli uffici del CUP: dalle ore 19.00 alle ore 22.00 sarà possibile approfittarne per effettuare prenotazioni o pagamenti per i giorni successivi.

Alle ore 21.00 circa, il Professore Alessio Fasano della MGH Harvard Medical School, incontrerà nell’Aula Scozia gli intervenuti per parlare di Ricerca e per presentare il suo libro “Senza glutine, la Celiachia non si cura, si gestisce”.

Nell’area dinanzi la Palazzina degli Uffici Amministrativi sarà presente la Coldiretti Salerno con laboratori di approfondimento sulla produzione di miele ed olio; e proprio in merito all’olio la Coldiretti invita, per coloro che vorranno approfittarne, a portare con se un po’ del proprio olio che sarà sottoposto a test per la valutazione delle proprietà organolettiche al fine di scoprire la qualità del condimento. Ed ancora ci saranno degustazioni, piantine di erbe di cui saranno illustrate le proprietà curative, ed anche musica con l’intrattenimento musicale del Maestro Mino Remoli.

L’iniziativa è stata realizzata in perfetta simbiosi tra il personale ospedaliero e quello universitario: una ulteriore testimonianza dell’integrazione di questi due mondi all’interno dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Salerno.

Redazione SalernoNews24.it

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui