La ricetta del venerdì: Bucatini al cavolfiore soffritto con lo chef Marianna Sessa

0
16

Che sia il cavolfiore verde di Macerata o il cavolfiore violetto di Catania, fritto bollito, cotto al vapore, arrostito, o crudo nelle insalate, il cavolo è alla base di molti piatti della cucina siciliana.

Giunto in Italia già in epoca romana, il cavolfiore è originario del Medio Oriente e si diffuse alla corte di Francia, durante il regno di Luigi XIV.

Ricco di calcio, fosforo, potassio, zinco e rame, vitamina A, vitamina C , vitamina K e vitamine del gruppo B: B1, B2, B3 e B9, il cavolo contiene antiossidanti, beta carotene, acido folico ed aminoacidi, principi attivi antinfiammatori ed antibatterici, depurativi e rimineralizzanti. Stimola il funzionamento della tiroide, regola il battito cardiaco, la pressione arteriosa e il ph del sangue. È utile a combattere le coliti ulcerose, indicato in casi di Diabete e per i celiaci dato che non contiene glutine.

La ricetta che proponiamo oggi è dello chef salernitano Marianna Sessa e si tratta dei Bucatini al cavolfiore soffritto.

Ingredienti per 4/5 persone:

Bucatini 400gr
Cavolfiore circa gr 350
Uno spicchio di aglio
2 acciughe sotto sale
Un peperoncino
La buccia di un limone grattugiata
Formaggio grattugiato
In ugual parte di pecorino e parmigiano
Olio evo qb
Sale qb
Foglia di alloro

Preparazione
Mondare e lavare il cavolfiore.
Preparare l’acqua con una foglia di alloro.
Portare a bollore, salare l’acqua e mettiamo il cavolfiore.
Intanto prepariamoci una padella dai bordi alti, quella che in gergo viene detta saltapasta
Riscaldiamo l’olio, mettiamo l’aglio e il peperoncino è sciogliamo nell’olio le acciughe.
A questo punto prendiamo i bucatini, li mettiamo in padella e aggiungiamo l’ acqua di cottura dei cavolfiori.
Facciamo andare la cottura.
Quando siamo oltre la metà della cottura della pasta e l’acqua si è quasi tutta assorbita, mettiamo il cavolfiore. Facciamo un pò soffriggere, aggiungendo poco per volta l’ acqua.
A fine cottura mantechiamo con il formaggio e grattugiamo sopra la buccia del limone.

Buon appetito!

Loading

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!