Enogastronomia, musica, libri, divertimento, eventi a salerno: siamo al TWO

0
428

Two, con gli chef  Marianna Sessa e Adolfo Sellitto-

Passione! è  questa la parola d’ordine che ha accomunato e che unisce i due gestori del TWO  di via Carmine 96, inaugurato lo scorso settembre. Due chef, Marianna Sessa e Adolfo Sellitto che hanno dato vita ad una scommessa imprenditoriale fatta di complicità, convinzione e determinazione perché questa zona di Salerno necessita di un punto dove incontrarsi per sorseggiare qualcosa, per un appuntamento a colazione, per intrattenersi a pranzo o cena, degustare un tè in pomeriggio, fermarsi per la presentazione di un libro e conoscerne l’autore, per un gioco da tavolo che coinvolga proprio tutti o per una cena particolarissima con tanta buona musica! Sono queste solo alcune delle idee che stanno prendendo forma al TWO in via Carmine. Dopo la serata napoletana e quella dedicata ai Beatles ed ai loro piatti preferiti con ottima musica, nel calderone ci sono tanti altri progetti. Grafica e social marketing, al TWO,  sono  curati dal  graphic designer salernitano Antonio Iovane.

Per Marianna Sessa, due occhi verdi che catturano, chef di Pagani, mamma ed imprenditrice, l’amore per la cucina nasce dalla cucina di mamma Maria, dal suo modo di accogliere cucinando, facendo sentire il calore di una casa. Piccoli, indimenticabili gesti. “Inizialmente nei miei sogni c’era il mondo dell’architettura, sono affascinata dalla scenografia, dalla bellezza in tutte le sue espressioni. Amo l’arte. Poi mi sono avvicinata al mondo della cucina ed ho capito che mi trasmetteva benessere, emozioni”. Marianna a Mantova e Verona si dedica al suo nuovo sogno, chef per catering e a domicilio, frequenta corsi in istituti alberghieri, con chef stellati. Lo studio continuo le apre nuovi orizzonti, frequenta Zen Food Lab di Avellino, Alta Formazione e comunicazione del sapore con cui collabora e dove incontra l’attuale socio di TWO, Adolfo Sellitto.  Si avvicina così all’ “umami”, il quinto elemento del gusto, entrato nel lessico comune degli chef internazionali. Marianna decide così di mettersi in gioco e gestire uno spazio, “un luogo a cui poter dare una impronta, una identità, rivolto ad una clientela adulta, con un offerta variegata in tutte le ore”.

Adolfo Sellitto è un giovane chef salernitano. “Non ho nessuno in famiglia che si sia dedicato a questo campo, ma non sarei in grado di fare altro. Mi piace questo lavoro e per questo affronto tutto ciò che comporta”, dice con un sorriso ricco di entusiasmo da cui traspare tutta la sua dedizione. La passione scatta da piccolo e dopo gli studi all’Istituto Alberghiero di Salerno, si dedica alla ristorazione in tutte le sue declinazioni: ristoranti, bracerie, pub. Seguono anni di esperienza, con catering, eventi, chef a domicilio.  Frequenta corsi di formazione, Master in Food & Beverage Management, diviene “Sous-Chef” a Palazzo Caracciolo a Napoli. Allo Zen Food Lab di Avellino incontra Marianna. Lì vi era entrato da allievo ed ora vi collabora come docente interpretando nuove tecniche di approccio alla ristorazione, alla cottura ed alla conservazione degli alimenti. Qui, ad esempio, la limitazione del sale come esaltatore di sapore diviene una priorità.Oggi lo chef salernitano è pronto per questa nuova sfida del TWO, per questo sogno che si è realizzato con lo chef Marianna Sessa in via Carmine, in una struttura giovane e dinamica che con le sue ricette saprà calcare la tradizione e guardare al futuro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui