“Dare voce alla Natura”: il 12 giugno i giornalisti al Ministero dell’Ambiente

0
10

“Dare voce alla natura” è il titolo del quinto corso di formazione professionale per giornalisti organizzato dal Ministero dell’Ambiente in collaborazione con la Fima (Federazione italiana media ambientali), che si terrà mercoledì 12 giugno dalle 9.30 alle 13.30 all’auditorium del Ministero in via Capitan Bavastro 174, Roma. Anche in questo caso il corso è riconosciuto dall’Ordine dei giornalisti e dà diritto a quattro crediti formativi.

Si parlerà di natura in tutte le sue sfaccettature: la tutela della biodiversità, l’economia dei parchi nazionali, il valore delle foreste italiane, la gestione delle riserve naturali, le specie aliene e la minaccia che costituiscono. Una particolare attenzione sarà dedicata a due aspetti di come “dare voce alla natura:” la natura e gli animali nei programmi televisivi e nei telegiornali, la vita degli uccelli in diretta web.

Di questo e altro si dibatterà durante il corso, moderato dal giornalista e divulgatore ambientale Marco Gisotti.

La prima sessione sarà aperta dal dirigente del ministero dell’Ambiente Antonio Maturani (Biodiversità, aree protette, flora e fauna). A seguire gli interventi di Domenico Mauriello di Unioncamere, Alessandra Stefani, dirigente del ministero delle Politiche agricole, e Raffaele Manicone, comandante del raggruppamento biodiversità Cufaa (Comando unità forestali ambientali e agroalimentari).

Nella seconda sessione prenderanno la parola Maria Luisa Cocozza del Tg5, conduttrice de “L’arca di Noè”, Giacomo Dell’Omo, naturalista di Birdcam.it, e Piero Genovesi di Ispra (Istituto superiore per la ricerca e protezione ambientale).

Sarà proiettato un estratto del video di Greenpeace sul pianista e compositore Ludovico Einaudi che suona tra i ghiacci dell’Artico. Un testimonial d’eccezione per salvare la natura.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui