L’onorevole Gigi Casciello (Forza Italia): “Si affidi all’Agcom la tutela dei consumatori per i servizi DAZN”

0
6

L’onorevole Gigi Casciello (Forza Italia): “Si affidi all’Agcom la tutela dei consumatori per i servizi DAZN”

ROMA – “Si affidi all’Agcom la tutela dei consumatori per i servizi DAZN”. Lo afferma l’onorevole Gigi Casciello, Deputato di Forza Italia e componente della Commissione Cultura alla Camera, che nella relazione odierna sulla modifica della direttiva Ue concernete la fornitura di servizi media audiovisivi ha affrontato anche la questione DAZN, principale titolare di diritti del massimo campionato di calcio e al centro in queste settimane di diverse proteste da parte degli utenti per alcuni disservizi nella trasmissione in diretta online. Ma il discorso è esteso a tutte le piattaforme di condivisione video e streaming TV.

“Il decreto di recepimento delle direttive Ue – spiega l’onorevole Casciello – dovrà prevedere specifiche misure a tutela dei consumatori di servizi di media audiovisivi, lineari e non lineari, anche mediante il ricorso a procedure di risoluzione extragiudiziale delle controversie e meccanismi di indennizzo in caso di disservizi, affidando la regolamentazione di tali procedure all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni”.

“In questo modo – prosegue il Deputato di Forza Italia – verrà finalmente colmato il divario, in termini di tutela dei consumatori, tra gli utenti di servizi di comunicazioni elettroniche (in favore dei quali l’Agcom ha costruito un robusto sistema di protezione, reso effettivo dalla possibilità di azionare i diritti mediante una procedura rapida ed efficace di risoluzione delle controversie) e quelli delle piattaforme di condivisione video e streaming TV (come Netflix, Youtube, Dazn, ecc.), fino ad ora esclusi da qualsiasi tutela al di fuori di quella giurisdizionale”.

Nel dettaglio, l’onorevole Casciello argomenta: “Tale vuoto di tutela si è manifestato in maniera ancor più evidente in queste ultime settimane, da quando, cioè, in virtù dell’assegnazione da parte della Lega Nazionale Professionisti Serie A dei diritti audiovisivi del Pacchetto 1 e del Pacchetto 3 del campionato di calcio alla Società DAZN lo streaming via internet è divenuta la modalità più diffusa per la visione delle partite di tale campionato. E allora, quid iuris in caso di mancata fruizione dei contenuti per problemi della piattaforma? Quali tutele l’ordinamento garantisce agli utenti di DAZN in caso di mancato rispetto della qualità promessa? Al momento solo quella, di fatto molto gravosa, del ricorso giurisdizionale. In vero, la possibilità per i consumatori di adire l’Agcom per la risoluzione delle controversie che dovessero insorgere nei confronti di DAZN (in analogia a quanto avviene già per gli utenti di pay-tv) va, dunque, assicurata al più presto, rispondendo, prima ancora che alla delega ricevuta dal Parlamento, ai più moderni principi di civiltà del diritto”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui