Catello Lambiase (M5S): “Il mio sogno: la Salerno del futuro capitale del benessere, con al centro il cittadino”

0
53

Una folla in piazza, ad ascoltare le parole eleganti ma forti della candidata sindaca Elisabetta Barone. Al suo fianco e a sostegno in queste amministrative, il Movimento 5 Stelle.

I candidati della lista ieri erano proprio in zona orientale, a dire “noi ci siamo”. Tra questi, il candidato al consiglio comunale Catello Lambiase, che riavvolge il nastro e dà maggiore forza al suo impegno: “Ieri sera mi sono tornate alla mente le tante giornate passate in piazza Caduti di Brescia, dei tanti gazebo montati, dei pomeriggi passati con il sole, il vento e la pioggia per un sogno: migliorare la partecipazione dei cittadini alla vita politica cittadina. Rivedevo davanti ai miei occhi le tante persone fermate per chiedere una firma per una petizione, per chiedere le dirette streaming dei consigli comunali e degli altri istituti di partecipazione popolari, quali ad esempio i referendum. E tutte quelle persone ieri sera erano con noi per l’apertura della campagna elettorale della candidata sindaca Elisabetta Barone”.

Catello Lambiase ha poi fatto il punto sulle parole della candidata: “In questa città qualcosa sta cambiando – come ha sottolineato proprio la Barone – si fa sentire come un rullo di tamburi che già cresce; il cuore pulsante di Salerno è al nostro fianco per ridare speranza, fiducia e coraggio ad una città ferita che non si arrende al degrado, ma che anela una città diffusa in cui un disabile ed una mamma col carrozzino possano camminare senza impedimenti, dove la manutenzione e la cura del verde pubblico sia al primo posto, dove una mobilità sostenibile possa sostituirsi al traffico ed agli ingorghi. In una parola sola, la Salerno che vorremmo è una città appetibile, per prima cosa, per i cittadini e di conseguenza anche per i turisti, affinché Salerno non diventi una RSA a cielo aperto e si inverta la tendenza che vede i nostri giovani fuggire”.

“Queste parole declamate dalla preside Barone mi hanno fatto intravedere la città del futuro – conclude il candidato pentastellato – quella che tutti noi vorremmo per i nostri giovani; ad occhi chiusi, accerchiato da tanti cittadini a noi vicini, mi pareva di camminare per la Salerno che vorrei, dove i parchi urbani siano veri gioielli, dove le strade siano infrastrutture al servizio dei pedoni, della mobilità dolce e dei disabili, e non più delle sole automobili. E tutto questo mi ha dato una carica incredibile per affrontare una difficile campagna elettorale che sarà all’insegna dell’ascolto dei cittadini, incontrandoli per le strade e nei quartieri della nostra bellissima città”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui