A Salerno ritorna La Mostra della Minerva, organizzata dall’Associazione Hortus Magnus

1
120

8,9 e 10 Aprile taglio del nastro per l’edizione 2022 de La Mostra della Minerva, nella Villa Comunale di Salerno, organizzata da 22 anni da  Clotilde Baccari Cioffi, Presidente dell’Associazione Hortus Magnus, con il Patrocinio del Comune di Salerno. Per l’occasione vi sarà l’annullo postale speciale dell’evento.

Saranno presenti produttori di piante mediterranee, aromatiche, carnivore, grasse e succulente, acidofile rose antiche e moderne, agrumi, frutticultura, pelargonii , bulbose, agavi e euforbie, piante acquatiche;graminacee ornamentali ed erbacee perenni, piantine di ortaggi innestati e franchi- tutto proveniente dalla Sicilia, dalla Puglia, dal Lazio, dalla Toscana. Ed ancora arredo e complemento giardino, ceramica artigianale, alimenti naturali, erbe e cosmetici naturali. Sarà presente nella Mostra, per la prima volta, un coltivatore del “genere Hoya”con specie rare e introvabili, proveniente dalla Sicilia.

Tanti gli appuntamenti con “Conversazioni in Villa”.

Venerdì 8 Aprile ore 16,30 : “Il Vetiver, graminacea perenne e le promettenti tecnologie contro l’erosione del territorio” a cura dell’arch. Benito Castorina.

ore 17,30: “L’Alloro: leggende, miti e storia di un’antica pianta” a cura dell’erborista Simona Otranto-Club Inne Weel Paestum “Città delle Rose”

Sabato 9 Aprile ore 11,30 “La coltivazione della Canapa e l’attuale normativa” a cura di Alfonso Gallo, ResponsabileSettore canapa e Cannabinoidi- Istituto Zooprofilttico Sperimentale del Mezzogiorno con interventi di Enrica De Falco- Dipartimento Farmacia Unisa e Luciano Mauro, Direttore del Giardino della Minerva.

ore 16,30 la Paulownia “L’albero della principessa” con la più veloce crescita al mondo. Produciamo legno…Salviamo le Foreste a cura dell’agrotecnico Alessandro Iannone

Domenica 10 Aprile ore 11,00- Storia del Territorio- “Il Paradiso di Pastena-Storico Casale di Salerno” con gli autori Clotilde Baccari Cioffi, Maria Antonietta Del Grosso e Michele Bartolo.

ore 16,30 “Le ghirlande dei fiori a stella della Plumeria” a cura di Francesco Guercio, rodologo e coltivatore di Plumerie

La manifestazione propone l’allestimento di circa 100 stand con vivaisti selezionati provenienti da tutta Italia, Arredo giardino / complementi giardino, Attività di approfondimento botanico presso gli stand di Florovivaismo

FIORI DA TAGLIO E CREATIVITA’
-I fiori da taglio e il ritmo delle stagioni – Flower Farm di Maria Formentìn
-Le composizioni Floreali di Anna Pia Catania e Francesco Guercio

VISITE GUIDATE
– Dai luoghi della memoria della Scuola Medica Salernitana fino all’antico Orto del Giardino della Minerva con le sue proprietà alimentari, tintorie e tessili
-Visita alla Chiesa di S.Giorgio, antica officina erboristica a cura del dott.Nunziante de Maio, Presidente ASSOSTAMPA
-Percorso guidato tra gli Stand di Florovivaismo a cura di Milena Rocco “Alla Scoperta della città: “La stazione marittima” partenza dal Comune di Salerno con Erchemperto

CONCORSI
-Concorso Fotografico a tema botanico Ediz. 16a -“Arte e Natura”nella Foto d’Autore

PER I PIÙ PICCOLI
-Incontro di allievi di Scuole del territorio con Nello Trapani(vivaista) e  successiva visita agli stand di ”Floricoltura”
-Lettura ai bambini di favola sull’Ambiente
-Animazione programmata Bambini – Zona Prato
-Il Cantiere dei sogni di Faramelli-Giochi formativi in legno di Kapla –

UNA DISCIPLINA DI MEDITAZIONE E DI MOVIMENTO DEL CORPO
“L’Eleganza del Tai chi chuan”con il Maestro Ulla Scuccimarra e i suoi allievi di Spazioma

Saranno presenti produttori di piante mediterranee, aromatiche, carnivore, grasse e succulente, acidofile rose antiche e moderne, agrumi,frutticultura, pelargonii , bulbose, agavi e euforbie, piante acquatiche;graminacee ornamentali ed erbacee perenni, piantine di ortaggi innestati e franchi- tutto proveniente dalla Sicilia, dalla Puglia, dal Lazio, dalla Toscana.
Arredo e complemento giardino, ceramica artigianale, alimenti naturali, erbe e cosmetici naturali.
Sarà presente nella Mostra, per la prima volta, un coltivatore del “genere Hoya”con specie rare e introvabili, proveniente dalla Sicilia.

 

1 commento

  1. I’ve been absent for some time, but now I remember why I used to love this blog. Thank you, I will try and check back more frequently. How frequently you update your website?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui