La vita che pulsa nei versi di Enzo Rega

0
210

Purché sia vita, purché venga tramandata da corpo in corpo, da sangue – fuoco.

È ciò che pulsa nei versi di Enzo Rega.

 

Nel respiro

 nel respiro l’aria

la terra nella carne

nel sangue caldo il fuoco

l’acqua in ogni singola molecola

perché l’impasto

tenga

e lieviti

l’umano corpo

corpo di natura

in natura

Genova (se ci penso)

se ci penso da qui dietro al Vesuvio

sì che rivedo la Lanterna, e pure Righi

– alla madre dette il suo segnale il nascituro

(io) sul finire d’un decennio, proprio a Righi

davanti alle luci della città

come un rosario sgranate

– un mare di luci davanti al mare nella notte

e il golfo come il ginocchio piegato d’un dio

                                       Genua

– e dal mare di questa città nuova,

                                       Neapolis,

rivedo la Foce sull’altro mare

e, pure, ai piedi di Quezzi quel condominio

: al posto del giardinetto intere colline terrazzate,

una strada a fare da campetto di calcio in discesa

– la sirena annunciava lo scoppio della mina

e via di corsa per poi tornare a riprenderlo,

il proprio ruolo, dietro le corse del pallone

: lì si spaccava la collina per fare una strada

e al di là della città una strada si aggettava nell’aria,

ponte a congiungere alba e tramonto,

levante e ponente d’uno stesso pensiero –

erano i Sixties, gli anni sessanta d’una infanzia

al compiersi d’un altro decennio

in un mondo che progettava se stesso, costruendosi:

eh, sì, anche ora che si distrugge,

eh sì, che ci penso

[agosto 2018, scritta per l’antologia Poeti per Genova curata da Elio Grasso in ricordo del crollo del ponte Morandi; figlio di napoletani, sono nato a Genova]

Toledo

Roccia su roccia

sono le case

roccia cotta al sole

impastata dal cielo

roccia cresciuta sulla roccia

strati di natura e cultura

come la sinagoga israelitica

sorta su casa castigliana

a opera di maestranze arabe

strati di fedi

che sanno di uomini

e non di parole a contesa

ottuse come roccia

Enzo Rega (Genova1958). Si occupa di letteratura, filosofia, cinema e critica della cultura. Ha collaborato con l’Università di Salerno e il “Suor Orsola Benincasa” di Napoli. Redattore di “Gradiva” e “Levania”, scrive per “L’Indice dei libri del mese”, “Poesia”, “Italian Poetry Review” e ha scritto anche in passato per “Quaderni radicali”, “La Mosca di Milano” e “Poeti e Poesia”. Tra i volumi pubblicati: di narrativa Le albe inutili; Due volte futuro; La linea dei passi. Prose sulle città e il viaggio (Helicon Edizioni, Poppi (AR) 2019 – 1° premio ex-aequo narrativa inedita a “La Ginestra”); di poesia Acroniche angolazioni Indice dei luoghi. Poesie da viaggio (e d’amore); di saggistica Berlino e dintorni. Arte, cultura e vita nel NovecentoA colloquio con i poeti: De Angelis, Fontanella, NeriIl cinema come fenomeno socialeDerive mediterranee. Immagini letterarie da Napoli all’altra sponda e una serie di manuali di Scienze umane per le scuole superiori (Zanichelli).

Fotografia a cura di Rino Bianchi- Premio Prata

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui