A Pontecagnano l’antivigilia di Capodanno è con Silvia Mezzanotte

0
90

L’ex vocalist dei Mattia Bazar propone le sue “Regine”-

 

In questo freddo 30 dicembre nella Piazza del centro Commerciale Maximall di Pontecagnano, alle ore 21,00, sarà la calda voce di Silvia Mezzanotte a scaldare i cuori  con il suo spettacolo “Regine” attraverso il quale la cantante bolognese  porta in scena le grandi voci della musica, da Mina a Mia Martini,  da Ornella Vanoni a Gloria Gaynor …   Cortese, mai sopra le righe, Silvia Mezzanotte, ex voce dei Matia Bazar, è attualmente una solista che si divide tra tournée teatrali e partecipazioni televisive. L’abbiamo ammirata, tra le sue tante apparizioni sul piccolo schermo, nelle quattro puntate dello show televisivo “Tutte donne tranne me”, accanto a Massimo Ranieri con cui aveva collaborato in “Perdere l’amore”, duetto inserito nell’album dell’artista napoletano “Canto perché non so nuotare”.  Ultimamente, a novembre, ci ha appassionato come concorrente del programma “Tale e Quale Show”, condotto da Carlo Conti su Rai 1, nel quale si è classificata al primo posto tra i dodici partecipanti nei panni di Mina, cantando “Brava”. L’abbiamo raggiunta con una telefonata mentre era in auto prima di raggiungere i musicisti per le prove.

– Bolognese di nascita con tante trasferte a Sud per i tuoi spettacoli. In questo periodo di Natale  sei alberista o presepista?

“Entrambe … quando me lo permette il mio gatto”.

– Qual è il tuo rapporto con il nostro territorio?

“Soprattutto a Salerno e nella sua provincia ho sempre notato grande apertura,  come in Emilia. Qui ho vari amici , infatti,  dopo il concerto di Potenza sarò a Paestum, ospite in un’abitazione privata.  Amo molto questo territorio, mi capita spesso di essere in questa zona per i miei concerti. Apprezzo di Salerno  proprio l’apertura, il senso di accoglienza, la disponibilità. Ho avuto modo di visitarla, sono stata a cena nel centro antico, è proprio una bella città, pulita, ordinata, europea, bella da vedere, da visitare”.

– Con lo spettacolo di stasera a Pontecagnano, proporrai successi di grandi artiste italiane e non, un tributo alla femminilità, alle voci di donne che hanno narrato storie attraverso il tempo. Tra le tante,  l’ineguagliabile Mina, che hai magistralmente interpretato nel programma di Carlo Conti dove ti sei esibita con la canzone “Brava”, banco di prova per l’estensione e la dinamica dei vocalizzi.  

“E’ la produzione musicale più iconica della cantante più iconica … Avevo paura ma poi l’ho inserita nel mio repertorio. Ricordarla è un grande onore. Quando ho partecipato al programma televisivo “Tale e Quale Show” pensavo di non avere le caratteristiche giuste per partecipare. Da questa esperienza, nasce così “Regine”, proposto in versione  acustica in teatro ed in chiave  pop rock come stasera a Pontecagnano. Ho recuperato un po’ di me ed un po’ di tutte queste splendide interpreti, raccontando un po’ di loro ed un po’ di me stessa”.

– Chi è Silvia, la donna dietro l’artista ?

“Arrivo ai cinquant’anni con molta gratitudine nei confronti della vita. Sono una privilegiata, faccio il lavoro che amo. Ho un compagno da quasi sette anni che si occupa di disabilità.”

-Donna e artista appagata, dunque. Quali i progetti futuri?

“Dopo gli spettacoli con le mie “Regine”,  a Gennaio sarò impegnata con il mio album di inediti”.

– In questo periodo che stiamo vivendo, pensi che la musica possa essere uno strumento per diffondere contenuti positivi, messaggi universali?

“Non ho la verità in tasca; l’unica cosa che continuo a fare è usare la mia vocalità come strumento, come messaggio. La musica unisce, vuole essere un primo messaggio partendo da noi, cominciando dal nostro vicino di casa  o di auto, in coda in autostrada. Non facciamoci prendere dalla paura, meglio stare insieme e non farsi sopraffare”.

– Allora … ci auguriamo di vederci spesso a Salerno …

“Davvero con piacere”.

 

Claudia Izzo

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui