Eboli: premiato, in difesa delle donne, alllievo della “Giacinto Romano”

0
3

Al concorso nazionale CNGEI con un manifesto pubblicitario

Si leva dagli studenti di Eboli, un coro in difesa delle ragazze, contro la violenza. Tanto lavoro: un grande risultato. Così gli studenti della I F della scuola secondaria dell’Istituto Comprensivo “ Giacinto Romano” hanno conquistato il secondo posto al concorso nazionale “Voci contro la Violenza. Ferma la Violenza, parla a favore delle ragazze”, indetto dal Corpo Nazionale Giovani Esploratori ed Esploratrici Italiani (C.N.G.E.I.), con sede nazionale in Roma.

Tutti uniti contro al violenza sulla donna, infatti, con un manifesto dal titolo “Diritti e rispetto”,  una poesia a difesa della libertà di scelta, di espressione, di piena realizzazione di sé e dignità, di ogni donna la mondo. I colori non sono stati scelti a caso: il rosa, usato per lo sfondo, rappresenta le donne, il verde, su cui è scritto il testo, la speranza che il messaggio venga recepito, mentre la parte grafica in fondo ne sottolinea l’essenza: parità tra i generi. Sono critici i ragazzi di Eboli nell’analizzare un problema che attanagli tutti, la violenza, che  va sconfitta.
Il manifesto è il prodotto di un lavoro di gruppo: tutti gli allievi hanno dato il loro prezioso contributo, impegnandosi fin dalle prime fasi delle attività laboratoriali, in collaborazione con la sezione scout di Eboli. ù

«Sono stata sorpresa della vittoria, che è giunta inaspettata. Sono felice e orgogliosa dei miei ragazzi» ha dichiarato la professoressa d’italiano della classe, Assunta Trotta. La premiazione del concorso si terrà nel mese di settembre nella sede dell’Istituto, con premi elargiti dalla sezione nazionale del CNGEI, ma consegnati materialmente da quella locale.

Antonietta Doria

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui