Il rubino, un amuleto speciale

0
73

Nota per il suo magnifico colore rosso, il rubino è una pietra preziosa considerata da sempre una tra le più belle e rare al mondo.

Sono varie le versioni riguardanti l’origine di questa pietra e anche i significati che le vengono attribuiti sono i più disparati.

Una leggenda induista narra che queste pietre siano nate nelle acque di Bhararta, regione dell’antica India, dopo che il dio sole Surya vi aveva gettato il sangue rubato ad un demone particolarmente potente. Il colore rosso acceso, poi, stava a simboleggiare proprio la grande potenza e luminosità del dio sole. Un significato simile veniva dato anche dagli antichi greci, i quali credevano che i rubini eguagliassero la potenza e la lucentezza del Sole stesso.

Anche i popoli germanici erano particolarmente attratti da questa pietra, tanto che si racconta che il mitico eroe Sigfrido riuscì a sconfiggere i Nibelunghi, una tribù di nani che si narra vivesse sottoterra, proprio grazie ad una spada costellata di rubini. La gemma iniziò così ad essere simbolo di vittoria, potere o addirittura immortalità tanto che gli indiani, ed esempio, lo utilizzavano come rimedio magico per conferire agli esseri umani la capacità di vivere in eterno.

Nei secoli il potere e il significato attribuiti al rubino sono mutati. Nel Medioevo veniva utilizzato come una sorta di amuleto in grado di rivelare, attraverso il cambiamento di colorazione, gli eventi disastrosi che sarebbero successi di lì a poco.

Fin dall’antichità, quindi, tutti i popoli sono sempre stati fermamente convinti dell’energia e dell’estrema potenza del rubino, in grado addirittura di proteggere gli esseri umani dalla cattiva sorte.

Questa gemma preziosa può presentare differenti caratteristiche, ad esempio alcune volte presenta un colore molto brillante, altre meno acceso. Esiste però una rara variante di questa pietra, chiamata rubino stellato, caratterizzato dalla presenza di un particolare effetto ottico: una stella a sei raggi che brilla quando la pietra viene mossa. Leggenda narra che questa speciale pietra abbia un grande potere curativo, tanto da essere una tra le gemme più preziose e ricercate dai collezionisti.

Ad oggi il maggior giacimento di rubini si trova in Birmania, più precisamente nella miniera di Mogok, dove è possibile trovare un’altra tipologia nota con il nome di sangue di piccione a causa del colore rosso molto scuro. Altri giacimenti famosi si trovano in Tailandia, Tanzania e Madagascar, dove ritroviamo altre tipologie con caratteristiche differenti che permettono di riconoscere precisamente il luogo di provenienza del rubino in questione.

Insomma, il rubino è sicuramente la pietra più adatta per coloro che hanno un carattere energico e passionale o per chi vuol portare con sé un portafortuna in grado di proteggerlo dalle avversità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui