Addio a Douglas Kirkland, le parole del direttore scientifico di “Nouvelle Vague3”, Alfonso Amendola

0
29

Le foto di Douglas Kirkland in esposizione a Palazzo Fruscione a Salerno, oggi risuonano come un arrivederci più che come un addio. Dallo scorso 23 settembre i suoi originali ritratti sulla Nouvelle Vague si trovano nelle sale di uno dei luoghi simbolo della storia della città. “Nouvelle Vague3” è il titolo della mostra organizzata dall’Associazione Tempi  Moderni, presieduta da Marco Russo, che espone le opere di due grandi protagonisti di quel periodo: Douglas Kirkland e Raymond Cauchetier.

Alfonso Amendola, direttore scientifico della manifestazione che si sta svolgendo a Salerno, alla notizia della morte di Kirkland ha affermato: “Addio ad una leggenda della fotografia. A 88 anni ci lascia Douglas Kirkland autore di un grande mosaico visivo abitato dai volti di Audrey Hepburn, Brigitte Bardot, Paul Newman, Jack Nicholson, Sophia Loren, Angelina Jolie. E dove compaiono un numero vastissimo di set cinematografici (oltre 150), straordinari eventi di moda e momenti di grande fotogiornalismo. E nella nostra “revolutionnette” troviamo il fotografo canadese (formatosi nel magistero di Irvin Penn) con una densa sezione di opere presenti in mostra. E troviamo lo sguardo profondamente analitico e lieve di Kirkland, che ora nel raccontarci la Nouvelle Vague ci dona, come un elegante addio, una raffinatissima testimonianza di una temperie storica e culturale. Ed anche la sintesi perfetta del suo stile e della sua idea di fotografia”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui