A Palazzo Fruscione rivive il mito del Chelsea Hotel: 109 opere fotografiche di 30 artisti di fama internazionale

0
8

9 LUGLIO- 5 SETTEMBRE 2021

SALERNO. Il mito, gli eccessi, gli amori, le sfide, il glamour, l’arte, la creatività, la follia. È una bellezza sfaccettata e complessa quella dei volti e delle storie di chi ha abitato il più iconico tra gli alberghi newyorchesi: il Chelsea Hotel. Questa leggenda ha ispirato l’associazione culturale Tempi Moderni con Ono Arte Contemporanea per la mostra-evento “Stories from the Rooms” e la rassegna “Racconti del Contemporaneo – V edizione – Il Palazzo del Sogno”in programma a Palazzo Fruscione, alla Fondazione Ebris e al Teatro Ghirelli, a Salerno, dal 9 luglio al 5 settembre 2021.

Un drappello di artisti che ha fatto la storia della fotografia, vivrà metaforicamente nelle sale del secondo e terzo piano di Palazzo Fruscione, attraverso l’esposizione – unica nel suo genere – di 109 opere fotografiche, rese ancora più suggestive da un particolarissimo allestimento che rimanda alle suggestioni e alle atmosfere dell’albergo newyorchese. I testi della mostra fotografica sono realizzati in esclusiva dal giornalista, conduttore radiofonico e televisivo Carlo Massarini.

La mostra racconta, con il contributo di quasi 30 fotografi e artisti grafici, di video art di fama internazionale, questa avventura straordinaria. Al Chelsea Hotel, Arthur Miller, che aveva appena lasciato Marilyn Monroe, si ritira a scrivere; Patti Smith e Robert Mapplethorpe vi si stabiliranno per diversi anni, così come Jackson Pollock, Dylan Thomas, Leonard Cohen e Janis Joplin; Sid Vicious dei Sex Pistols in una di quelle stanze uccise la fidanzata Nancy Spungen mentre Andy Warhol vi girò il suo film Chelsea Girls. E ancora Madonna, Tom Waits, Dennis Hopper, Bob Dylan, Jack Kerouac, e tanti altri.

Queste e molte altre storie verranno raccontate in un’esposizione che non vuole però essere solamente un’antologia di personaggi e momenti fondamentali della storia della cultura popolare, ma anche un’occasione per riflettere sul particolare clima che ha contribuito a influenzare e dare forma all’arte e alla cultura del XX secolo.

A Palazzo Fruscione saranno presenti le opere di: Rita Barros, Peter Cunningham, Deborah Feingold, Barry Feinstein, Tony Frank, Guido Harari, John Jay, Matt Mahurin, Fred W. Mc Darrah, Inge Morath, Anton Perich, Michael Putland, Sam Shaw, Steve Schapiro, Norman Seeff, Peter Angelo Simon, Ronn Spencer, Allan Tannenbaum, John Tiberi, Fabio Torre, Baron Wolman, Susan Wood.

In dialogo con i fotografi che hanno immortalato la leggenda del Chelsea Hotel, negli altri ambienti del palazzo, ci saranno: il duo storico dell’arte contemporanea Perino&Vele, il designer e illustratore Stephen Alcorn, la fumettista Vanna Vinci, il video-artista Nicola Di Caprio e Licio Esposito e Paola Vacca della Cactus Film.

Stories from the rooms Racconti del Contemporaneo, organizzati dall’Associazione Tempi Moderni, con la curatela di Ono arte contemporanea per la sezione fotografica e la supervisione per la sezione Side exhibition, sono promossi e sostenuti dalla Regione Campania attraverso la Scabec , dal Comune di Salerno, dalla Fondazione Cristiano Tosi, da Metoda, Project Finance 4.0, Ritonnaro, Sada e Banca Sella ed hanno il patrocinio dell’Università degli Studi di Salerno. Sarà possibile visitare la mostra anche con Campania Artecard, il pass della Regione Campania che permette di visitare i luoghi della cultura in Campania; ai titolari è riservato il biglietto ridotto per l’ingresso. Si ringrazia per la collaborazione Casa del Contemporaneo presso il Teatro Ghirelli e Fondazione Ebris, per gli eventi della Rassegna “Fuori Palazzo”.

Partner tecnici sono Del Basso, Medi Blue, Pedone & Tomeo, Smyb, Trucillo e Guardian.

RACCONTI DEL CONTEMPORANEO – V EDIZIONE – IL PALAZZO DEL SOGNO

Tre sono le sezioni che offriranno al pubblico un ricco calendario di appuntamenti: talk, cinema ed eventi “Fuori Palazzo”.

Con l’opening della mostra in programma venerdì 9 alle ore 17, alle 20.30 ci sarà il primo degli incontri, la lectio di Alfonso Amendola dal titolo “Immaginario newyorkese”, con la premessa di Jessica Camargo Molano.

Domenica 11 luglio alle 18.45 (orario anticipato eccezionalmente per consentire di seguire la finale degli Europei di calcio) ci sarà il primo appuntamento della sezione cinema con Chelsea on the rocks di Abel Ferrara.

Introduce Michelle GrilloMartedì 13 luglio, invece, alle 20.30 a Palazzo Fruscione, spazio alla lectio con Francesco Casetti (Sterling Professor of Humanities and Film and Media Studies, Yale University), sul tema Le regole e il gioco. Ovvero le due facce del modernismo cinematografico con l’introduzione di Pina de Luca (docente di Estetica Università degli studi di Salerno).

Giovedì 15 luglio ancora cinema (ore 19.30) con No direction home di Martin Scorsese. Introduce Alessio Forgione (scrittore). Venerdì 16 luglio (ore 20.30) sarà la volta di Cattedrale. Carver in concerto con Davide Speranza (giornalista) e Gian Marco Volpe (chitarre).

TALK. Del Chelsea Hotel verranno raccontati il turbinio di volti, accadimenti e fermenti attraverso 10 racconti che, a partire da suoi alcuni illustri “frequentatori”, diventano l’occasione per approfondire la sua dimensione cinematografica, letteraria e musicale.

Tante le voci “narranti”: Alfonso Amendola (direttore scientifico “Tempi Moderni” e docente di Sociologia dei processi culturali, Università degli Studi di Salerno); Jessica Camargo Molano (dottoranda in Mente e Tecnologia nella società digitale, Università “UniNettuno” di Roma); Sergio Brancato (docente di Sociologia e Storia dei media, Università degli Studi di Napoli “Federico II”); Stefano Cristante (docente di Sociologia della comunicazione, Università del Salento); Marco Serino (Assegnista di ricerca, Università degli Studi di Napoli “Federico II”); Lucio Spaziante (docente di Semiotica, “Alma Mater Studiorum” Università di Bologna); Manolo Farci (docente di Sociologia della comunicazione e dei media digitali); Linda Barone (docente di Lingua inglese, Università degli Studi di Salerno); Francesco Casetti (Sterling Professor of Humanities and Film and Media Studies, Yale University); Pina de Luca (docente di Estetica all’Università degli Studi di Salerno); Ernesto Assante (critico e giornalista musicale, scrittore); Davide Speranza (giornalista); Gian Marco Volpe (polistrumentista); Luigi Mascolo (disegnatore); Rosa Sessa (assegnista di ricerca, Federico II di Napoli); Daniele Battista (dottorando di ricerca, Università di Salerno); Corrado de Rosa (psichiatra e scrittore); Maria Passaro (docente di Storia dell’Arte contemporanea, Fonti e linguaggi dell’arte Contemporanea e Storia della Fotografia all’Università degli Studi di Salerno); Guglielmo Pescatore (docente di Culture dell’intrattenimento, “Alma Mater Studiorum” Università di Bologna); Giacomo Manzoli (Direttore del Dipartimento delle Arti, “Alma Mater Studiorum” Università di Bologna); Roberta Paltrinieri (docente di Sociologia della cultura, “Alma Mater Studiorum” Università di Bologna).

CINEMA. Un cineforum cult, per appassionati della settima arte che, come negli anni precedenti, prevede la presenza di scrittori, critici, artisti, giornalisti, registi, docenti universitari che, in dialogo con Michelle Grillo, saranno protagonisti di un momento introduttivo d’autore.
Si partirà proprio da Chelsea on the rocks (2008) di Abel Ferrara, introdotto da Michelle Grillo (scrittrice). Le parole di Alessio Forgione (scrittore) ci introdurranno in un viaggio nella vita di uno dei suoi residenti più celebri: Bob Dylan con No Direction Home (2005) di Martin Scorsese. Con le suggestioni di Paolo Spagnuolo (giornalista, saggista esperto di cinema) si aprirà lo schermo per Marianne & Leonard: Words of Love (2019) di Nick Broomfield. Federico Pepe (pubblicitario, artista e designer) ci porterà nelle tele di Jackson Pollock introducendo Pollock (2000) di Ed Harris. Il viaggio nell’universo punk con Lucio Spaziante, Manolo Farci e Linda Barone farà da ponte al film Sid e Nancy (1986) di Alex Cox. E ancora Chelsea Girls (1965) di Andy Warhol, in una proiezione installativa, On the Road (2012) di Walter Salles, preceduto da una lettura collettiva di poesie di autori della Beat Generation, L’amico americano (1977) di Wim Wenders, introdotto da Pino Sondelli (regista, direttore della Fotografia), Daunbailò (1986) di Jim Jarmush, introdotto da Peppe D’Antonio (direttore Artistico e Fondatore del Festival Linea d’Ombra).

EVENTI “FUORI PALAZZO”. Il nostro “Fuori Palazzo”, realizzato in collaborazione con Casa del Contemporaneo-Teatro Ghirelli e la Fondazione Ebris, diventa un caleidoscopio di racconti che miscelano parole, immagini, musiche, dando vita ai sognatori del Chelsea Hotel e alle loro utopie. La narrazione è affidata ad alcune delle penne più importanti della critica musicale in Italia. Carlo Massarini, storico conduttore di classici del racconto musicale radiofonico e televisivo, proporrà uno storytelling inedito dal titolo iconico: “I volti del Palazzo del sogno”. E ancora, Massimo Cotto autore radiofonico, scrittore e firma storica della critica musicale, metterà in scena, in esclusiva, “Leonard Cohen – I famosi impermeabili blu”. Riccardo Bertoncelli, scrittore, storico della musica e conduttore radiofonico, porta sul palco, ancora in esclusiva, il reading-spettacolo “Just Kids- Patti Smith prima di Patti Smith” con le letture di Antonella Valitutti (attrice e doppiatrice). “Beautiful dreamers” è invece il titolo dell’appuntamento che vedrà protagonista Maria Pia de VitoJulian Oliver MazzarielloEnzo Pietropaoli e Alessandro Paternesi per una serata unica dove, con una collezione di canzoni dedicate alle icone del songwriting d’oltreoceano, il jazz sarà indiscusso protagonista. “Songs from the rooms”,un racconto in musica che diventa un vero e proprio viaggio tra i nomi più importanti della storia della musica Pop e Rock che hanno dimorato, scritto e composto e comunque transitato nel contesto magico del Chelsea Hotel, è il tema scelto per il maxi concerto con la direzione artistica e musicale di Matteo Saggese. Sul palco saliranno Domenico Andria, Angela Baraldi, Tarq Bowen, Davide Cantarella, Massimo de Divitiis, Maria Pia de Vito, Mauro Di Domenico, Carlo Fimiani, Pete Gordeno, Alessandro La Corte, Adriano Molinari, Sarah Jane Morris, Tony Remy, Matteo Saggese, Mario Schilirò, Peppe Servillo, Solis String Quartet, Diana Tejera, Hattie Webb, Nicki Wells.

Special guest: Rufus Wainwright via streaming da New York. E ancora, dopo i “Beautiful dreamers” di Maria Pia de Vito, ecco i “Beautiful losers” con Peppe Servillo, Mauro Di Domenico, Angela Baraldi e Diana Tejera che si confronteranno con la narrazione della poetica di Leonard Cohen e di Federico Garcia Lorca. Sulle terrazze della Fondazione Ebris, Diego de Silva (scrittore e sceneggiatore) sulle note del sassofono di Stefano Giuliano e il ritmo del contrabbasso di Aldo Vigorito, con il suo Trio Malinconico, ci accompagnerà sulla fifth avenue con le pagine più belle scritte da Woody Allen, Philip Roth, Paul Auster, Truman Capote, David Schickler.

INFO E ORARI

La mostra sarà aperta al pubblico dal 9 luglio al 5 settembre, dal martedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 21. Sabato e domenica orario continuato dalle 11 alle 20. Chiusura: lunedì.

Marilyn Monroe And Arthur Miller at Home, 1957 Photo by Sam Shaw © Shaw
Family Archives, Ltd.

 

UFFICIO STAMPA SCABEC

Raffaella Levéque e Caterina Piscitelli

Tel. +39 0815624561 ufficiostampa@scabec.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui