A daviMedia : Andrea Delogu e Leonardo Pieraccioni nel Teatro d’Ateneo

0
39

Doppio incontro-

Andrea Delogu, ospite daviMedia è una brillante conduttrice radiofonica e televisiva su Rai e Foxlife, con un blog su Panorama. “Non ricerco la perfezione – ha detto la Delogu ai giovani presenti – perché l’essere troppo perfetti e rigorosi non permette al pubblico di identificarsi col personaggio”. Classe 82, nei primi anni di vita ha vissuto a San Patrignano, dove i suoi genitori si sono conosciuti, poi di strada ne ha fatta. “Il mio obiettivo non è diventare famosa al grande pubblico – ha continuato la Delogu – ma diventare una di famiglia”. L’incontro, moderato da Roberto Vargiu, direttore artistico Davimedia, e dal Professor Mario Monteleone, di Scienze della Comunicazione ha mostrato il lato forte di una giovane donna che da San Patrignano, con talento determinazione, è giunta a scrivere “La collina” (2014), insieme con Andrea Cedrola, a condurre su Sky vari programmi di musica, a formare il duo musicale Cinema2, e poi il duo Stokhlogu, a condurre insieme a Nino Frassica su Rai 2 il programma Stracult e il programma di Marco Giusti Troppo giusti, ed ancora il programma Sociopatici su Rai Radio 2, tra i giudici di Sanremo Giovani 2015 e tra i conduttori radiofonici della diretta del Festival di Sanremo 2016 su Rai Radio 2. E’ nel 2016 che conduce “Parla con lei” su Fox Life. Supera i suoi problemi di dislessia grazie alla tecnologia in una conferenza al TEDxCaserta, supera la situazione di San Patrignano e vive intessuta di radio, tv e scrittura, con un rapporto molto forte con i social, ma la sua passione resta la radio: ” Lì ti metti alla prova ogni minuto, dipende tutto da te”.

Altro ospite daviMedia è stato l’attore e regista de “I laureati”, (1995); “Il ciclone” (1996), solo per citare alcuni suo film; stiamo parlando di Leonardo Pieraccioni. L’incontro è stato moderato dal Roberto Vargiu, direttore artistico daviMedia e dalla Professoressa Anna Cicalese, docente di semiotica e Comunicazione; presenti anche Alessia Palumbo e Stefano Di Luccia, studente di Arti Visive, Musica e Spettacolo.
“Noi”, ha affermato l’attore, intendendo coloro che vengono dal mondo del cabaret, “siamo stati inventati da Massimo Troisi ..ora la proposta si è un pò usurata, dobbiamo lavorare su noi stessi; ora è il film stesso la vera star. Io non ho avuto la fortuna di godere delle cose che apprendevo..voi fate si che il vostro sia uno studio di “goduria personale” ha detto l’attore toscano rivolgendosi agli studenti che hanno affollato il Teatro d’Ateneo. Pieraccioni, estroverso, solare, diretto e spontaneo ha affermato. ” Mi riconosco una grande dote: quella di non prendermi mai sul serio e sapere quali sono i miei limiti”. Parlando dei suoi film, della loro leggerezza ha affermato: “La mia fortuna è stata che i film che ho fatto sono quelli che andrei a vedere, sono film con cui si vuole trascorrere un’oretta e mezza di allegria e spensieratezza”. Ha parlato poi della pubblicità, di quanto ci abbia cambiato, e del ruolo dell’attore; “noi siamo osservatori scrupolosi delle miserie umane, il nostro mestiere è proprio quello di osservare la gente e le dinamiche delle vita per poi riproporle nel nostro modo. Tutti abbiamo momenti di disequilibrio a cui non sappiamo come reagire – ha detto Pieraccioni – a quel punto ci sono due strade da poter seguire: andare in paranoia, in depressione o farsi una bella risata. Una risata ci salverà. Ci deve salvare!”

Claudia Izzo

Foto gentilmente concessa da Alfonso Maria Salsano

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui