“Rotta”, il racconto di una donna borderline alla ricerca della felicità

0
31

Online il primo racconto di Stefania Bove, scrittrice e blogger.

E’ online il primo racconto dell’autrice Stefania Bove. “Rotta” un racconto per chi si sente diversa ma ha il desiderio di vivere una vita normale.

Non solo blogger ma anche scrittrice. Stefania Bove è una donna dalle molteplici qualità e cerca in ogni modo di accompagnare i propri followers in quello che è un percorso di vita, difficile e pieno di ostacoli. “Rotta” è il titolo del suo primo racconto scaricabile dal sito unavoraginechefarumore.com, pagine che descrivono la vita di Stefania in ogni minimo dettaglio.

 “Rotta perché diversa, perché tormentata, perché qualcosa dentro me non andava per il verso giusto – racconta Stefania Bove – Rotta in mille pezzi, come i cocci di un vaso di porcellana. Cocci, oggi, riuniti insieme con l’oro, come si fa con le cose fragili ma preziose. Perché io sono così, delicata ma con una forza capace di superare ogni difficoltà.”

Il racconto è online da poco più di un mese ed ha riscosso talmente tanto successo da attirare l’attenzione non solo di chi soffre di un disturbo bordeline, ma anche di chi si sente “Rotta” sotto altri punti di vista. Proprio essere ancora più vicina alle persone che la segue, Stefania decide di aprire il blog “Una voragine che fa rumore.

Donna, lesbica, borderline, violentata, i quattro aggettivi con i quali si descrive Stefania Bove, scrittrice e biologa, che da un mese accompagna i suoi followers in quelli che possono essere definiti i viaggi della mente umana.

“Potrei dire che il mio blog è la mia vita messa online – spiega la blogger Stefania – un diario aperto dove condividere le mie esperienze personali e avvicinare così tutti coloro che soffrono ma pensano di essere soli perché non hanno il coraggio di aprirsi al mondo e rivelare le loro paure. Ma è anche uno spazio, per chi volesse, per condividere la propria storia di dolore ma anche di superamento dello stesso come esempio di vittoria personale.”

È una casa calda e accogliente dove poter bere un thè inglese in compagnia, è una poltrona da condividere e una seduta comoda per parlare dei propri segreti, è il diario di Stefania per raccontare le proprie esperienze di vita. Trentaquattro anni, laureata in biologia, viaggiatrice, indipendente, amante della vita e scrittrice, pochi aspetti di una donna che fatto delle sue paure e dei suoi disturbi ossessivi compulsivi, oggetto di forza e volontà.

 “Perché vuoto non era abbastanza, perché lo spazio che la sofferenza riesce a prendere dentro le persone, soprattutto quelle dotate di una sensibilità molto profonda, è immenso e sembra non avere confini. Tuttavia, è una voragine che fa rumore quindi viva e quindi soggetta al cambiamento. Possiamo convertire la nostra sofferenza in qualcosa di positivo per noi stessi e anche per gli altri”

“Se ce la faccio io, potete farcela anche voi” ed è con questa frase che Stefania conclude la sua biografia sul blog Una Voragine Che fa Rumore. È con le parole che Stefania cerca di incoraggiare e far forza alle tantissime persone che le scrivono ogni giorno per avere consigli o semplicemente confrontarsi sulle esperienze che a volte tendono ad essere simili.

“ROTTA è solo il primo di una serie di racconti che ho intenzione di scrivere e dove potrete conoscere la stessa Stefania da punti di vista completamente capovolti per poi mettere insieme i pezzi e capire che la vita può riservare dolore ma anche tante sorprese. Spesso quello che vediamo davanti ai nostri occhi è solo una piccola parte di un mondo interiore immenso e bellissimo.”

 

e

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui