Uniti contro il Covid nel rispetto di chi sta lottando

0
146

Durante il  lockdown parlavamo di un virus che contava i suoi morti in alcune zone più che in altre. Ora, in questa seconda ondata, il virus non sta facendo sconti di pena a nessuno. L’Italia è divisa in tre zone ed in tre colori ed i colori possono cambiare in relazione ai contagi. Tutti hanno amici, conoscenti, inquilini del palazzo che hanno un conto da saldare con questo malvagio virus ed il suo filamento di RNA.  Ho amici chiusi in quarantena. Uno è stato in terapia intensiva ed il suo racconto fa accapponare la pelle. Un amico medico, a Napoli, è morto di Covid.  Una persona anziana a me infinitamente cara, sta aspettando la sua ora all’ospedale Covid Da Procida, a Salerno. Ha il casco per l’ossigeno. Solo.

Morire di Covid, vuol dire morire da soli. Vuol dire non poter dare un ultimo bacio. Vuol dire non poter guardare negli occhi per l’ultima volta una persona cara, quasi a voler prendere il coraggio “di andare”.

Questo, forse, dovremmo pensare e, rispettando tutte le norme anti-Covid, essere attenti nel rispetto di tutti. Il sogno dell’ andrà tutto bene, dei canti sui balconi che ci ha mostrato una Italia stranamente unita, sta lasciando il passo a flussi di persone che a Salerno, se chiudono il Lungomare per evitare aggregazione, si accalcano sul Corso ed in via dei Mercanti, cosa non troppo dissimile da ciò che sta avvenendo in tante altre città. Non si riesce ad evitare gli assembramenti.

Basterebbe un po’ d’amore verso gli altri, i più fragili, i più indifesi, per capire che non possiamo permetterci comportamenti superficiali. Infatti, ci è stato chiesto di mettere una mascherina, di stare attenti all’igiene delle nostre mani e di stare distanziati, non di scendere in trincea, non di andare a combattere armi in mano. Per capire davvero il Covid, è davvero necessario che il virus bussi alle nostre porte?

La persona cara che conosco che sta lottando contro il Covid, ha frequentato la mia casa per decenni, ha insegnato a generazioni di studenti. Per qualcuno è stato una guida tanto importante da indicare la strada maestra. Sempre con una fede incrollabile tale da dare lui la forza, in queste ore,  agli altri ricoverati  nel suo reparto.

Per lui, per tutti coloro che lottano contro questo maledetto virus, dobbiamo avere pietà. nel senso più propriamente latino di pietas,  di partecipazione, di solidarietà nei confronti di  chi soffre e lo possiamo fare indossando la mascherina, evitando gli assembramenti.

Un giorno ci riabbracceremo. E sarà ancora più pregno di significato, avremo anche imparato a selezionare chi abbracciare, perchè ne avremo imparato, in modo indiscutibile, il suo valore.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui