“Te piace ‘o presepe?” Da Milano a Bergamo il presepe “rifiutato”del progetto campano

0
88

-di Claudia Izzo-

La querelle degli ultimi giorni riguarda la Lombardia che avrebbe rifiutato il dono della Regione Campania, un Presepe napoletano, simbolo puro del Natale. Si potrebbe dire che davvero non si capisce più niente in questa Italietta sempre più spaccata. Ma noi terroni abbiamo buon cuore  e ci abbiamo sperato.

Ma il tutto non sembrerebbe andato così.

Tutto ha inizio quando la Regione Campania da il via al ‘Viaggio in Italia del presepe napoletano‘ per promuovere il turismo solidale, a sostegno dell’artigianato locale. Il presepe in questione è stato realizzato da una delle botteghe napoletane più famose, mix di arte e cultura per un dono esclusivo a tutte le regioni italiane eppure, il dono  sarebbe stata rifiutato da dell’assessore al Turismo della Regione Lombardia, primo destinatario. L’assessore  Lara Magoni (esponente di Fratelli d’Italia) smentisce tutto e spiega che  avrebbe semplicemente suggerito al collega Felice Casucci, assessore della Regione Campania, di inviare il presepe a Bergamo e non a Milano perché “Bergamo, che è la mia città, ha sofferto molto per il coronavirus”. Non un presepe rifiutato, quindi, ma un invito a spedirlo altrove. Così il bel presepe made in Napoli ha cambiato destinazione, ricevuto dal sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, a Palazzo Frizzoni. Tutto bene quel che finisce bene…

 “A nome dell’amministrazione comunale di Bergamo – ha detto Gori – desidero ringraziare il presidente Vincenzo De Luca, l’assessore Felice Casucci e tutta la giunta regionale della Campania per la donazione alla città di Bergamo. Il gesto, molto significativo, offre la possibilità di apprezzare la bellezza di un’opera artigianale ricca di storia che valorizza il patrimonio culturale napoletano e le antiche tradizioni folcloristiche. Un gesto che unisce i territori ed esprime un messaggio di speranza in un momento di grande difficoltà  collettiva”.

Così il viaggio continua ed oltre alla sede lombarda il Presepe Napoletano è stato inviato a  a palazzo Rospigliosi nel Comune di Zagarolo per la Regione Lazio, a palazzo Guadagni Strozzi a Firenze per la Toscana, al Santuario regionale di San Francesco di Paola per la regione della Calabria, al Museo Sigismondo Castromediamo di Lecce per la regione della Puglia, alla Chiesa dei Martiri di Torino per la il Piemonte, alla sede della Regione Emilia Romagna, al Salone nobile di Palazzo Sceriman di Venezia per la Regione Veneto, e infine alla sede dell’assessorato Regionale della Sicilia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui