Salerno nel dolore, due suicidi in poche ore

0
85

Quando la morte sembra l’unica soluzione possibile- di Claudia izzo-

Il dolore più cupo ha avvolto la città di Salerno, in un giorno qualunque di ottobre.

Il 3 ottobre lo sconforto ha pervaso due famiglie per le due tragedie avvenute: se in via Carmine una ex insegnante ha deciso di suicidarsi lanciandosi nel vuoto dalla sua abitazione al quinto piano, alle 14.30, un uomo decideva di suicidarsi usando un foulard come cappio. Due epiloghi tragici, legati alle difficoltà del vivere, oggi.

M.E. era un insegnante in pensione, che dopo una vita dedicata alla sua famiglia ed ai suoi studenti si è trovata indebitata nel tentativo di aiutare economicamente i suoi figli, ma non ce l’ha fatta. Ha scritto una lettera in cui ha spiegato ai figli l’imbarazzo di non riuscire ad andare avanti con la pensione e di non riuscire ad aiutare economicamente, chi più di tutti avrebbe voluto aiutare. Dopo una vita di lavoro, una volta arrivata alla pensione non è riuscita a vivere più. Lei, minuta e piccola,  lucidamente ha utilizzato una sedia per scavalcare la ringhiera per il suo lancio verso la morte, finendo sul parabrezza di un’automobile. Choc tra i pedoni e conducenti che transitavano in via Carmine, questa strada sempre affollata, con tanti studenti che stavano andando a scuola.

Intanto poche ore dopo, si toglieva la vita, a 65 anni, Carlo Galimberti, noto giornalista enogastronomico. Ha atteso che la compagna andasse a spicciare commissioni e con un foulard intorno al collo ha preferito dire addio a questa vita nella sua abitazione in Piazza Matteo Luciani. Sembrerebbe che, ad aver scatenato la crudele decisione sia stata una forma di depressione di cui l’uomo soffriva, dovuta ad un procedimento giudiziario a suo carico per truffa e sostituzione di persona.

E alla luce di tutto ciò,  tanti sono gli interrogativi…Tutte queste dure difficoltà che a volte la vita ci pone innanzi possono condurre a scelte così terribili? Chissà se confidando le proprie pene a qualcuno, trovando il coraggio di lottare contro le difficoltà della vita, trovando un sostegno,  oggi questi due figli della nostra Salerno, sarebbero ancora qui, vivendo anche questo autunno…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui