Quel Rosso Natale in Zona Rossa

0
96

-di Claudia Izzo-

Un Babbo Natale chiuso in zona rossa quest’anno, con le renne pronte a partire, ma con i divieti imposti dal Covid. Un Natale che arriva puntuale, ma con tanta malinconia.

Un’Italia che diventa quasi a giorni alterni un arcobaleno, ci parla di un momento da cui uscire quanto prima. E’ un Natale con feste blindate dove l’ordinanza ministeriale aveva ridipinto la Campania con il Giallo che il Governatore De Luca ha fatto diventare Arancione fino al 23 per poi adeguarsi al Rosso  come nel resto d’Italia.

Siamo in lockdown ed al cenone le tradizionali letterine saranno lette ai nonni attraverso webinar ormai divenute modalità diffuse per ogni incontro tra persone. Le tavolate, per chi ha ancora i propri cari, saranno spoglie proprio di commensali. Massimo sei i posti a tavola, che se avessimo avuto per vicini i sette nani ci sarebbe toccato ospitarne uno, sempre se fossimo stati nel numero giusto.

Quindi dal 24 dicembre al 6 tutti in Zona Rossa, mentre per il 28, 29, 30 dicembre e 4 gennaio valgono le regole della fascia arancione.

Ma al di là di tutto questo, l’augurio vero va a chi con questo maledetto Covid ci sta lottando in stanze d’ospedale e a chi ha perso qualche caro. Che questo Natale sia un momento di preghiera, ciascuno a modo suo, secondo il proprio credo, nel luogo che più ritiene idoneo. Ma una preghiera corale affinchè proprio in un momento in cui non ci si può neanche toccare, trionfi l’altruismo ed il bene e l’Amore…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui