Pakistan: la storia di Zahra Shah, uccisa per due pappagalli volati via

0
190

La storia.

Ancora orrore divenuto cronaca. Ancora disumanità verso i più piccoli e più indifesi.

Ha  otto anni Zahra Shah, è una bambina pakistana ed è stata brutalmente uccisa, come riporta il Daily Mail, per aver liberato due pappagalli dei suoi ricchi padroni, o forse i due volatili sono scappati via mentre la piccola dava loro da magiare.Fatto sta che la gabbia è vuota e la piccola è morta.

Questa  storia che ha fatto il giro del mondo e del mondo web, ha riportato alla luce, come tante storie di tutti i giorni, la scottante piaga della povertà e dei diritti dei bambini violati. Calpestati.

Di una  crudeltà e di assurdità inaudita la storia in questione viene da Rawalpindi, in Pakistan dove Zahra Shaha lascia la sua famiglia molto povera a Kot Addu per andare a  vivere in una famiglia ricca: lei si sarebbe occupata delle faccende domestiche e  avrebbe badato al bimbo di un anno della facoltosa famiglia, loro l’avrebbero fatta studiare. Otto anni. Solo otto anni.

Volati per sua volontà o per un incidente, la piccola viene assassinata per essere stata responsabile della fuga dei due pregiati pappagalli. Abbandonata la piccola  in un ospedale i due coniugi sarebbero poi  andati via.

Zahra ha riportato lesioni al viso, mani, gambe, gabbia toracica  e non si esclude una violenza sessuale da appurare.

I due hanno confessato l’omicidio. Per il volo dei pappagalli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui