Miracolo negato, San Gennaro non ne ha voluto sapere

0
217

-di Claudia Izzo-

Quest’anno non sono bastate  le preghiere, la fede, le speranze,  le litanie che si ripetono da sempre nel maestoso Duomo di Napoli; con grande delusione dei napoletani e dei fedeli tutti, nessun miracolo si è verificato in questo 16 dicembre 2020, già intriso di abbondante dolore. San Gennaro non ne ha voluto sapere.

L’appuntamento con il miracolo o prodigio che dir si voglia, avviene a Napoli tre volte l’anno:  il primo sabato che precede la prima domenica di maggio e negli otto giorni successivi, ricordando la transazione dei resti del Santo, dall’Agro Marciano a Montevergine e da Montevergine a Napoli; il 19 settembre, anniversario del suo martirio  e per tutta l’ottava delle celebrazioni della festa liturgica; e più raramente avviene il 16 dicembre.

La storia che lega il popolo napoletano al sangue del suo Santo trae origine dal 19 settembre 305 quando, alla Solfatara di Pozzuoli, il vescovo cristiano diviene martire, venendo decapitato durante le persecuzioni dei cristiani da parte dell’Imperatore Diocleziano. Qui il suo sangue fu raccolto nelle ampolle custodite oggi nella cassaforte della Cappella del Tesoro del Duomo. San Gennaro è il Santo che protegge il suo popolo che cercava rifugio nel bisogno, nelle catacombe di Capodimonte, dove erano inizialmente collocate le sue reliquie, catacombe che furono poi chiamate di San Gennaro.

E’ il Santo che ha protetto il suo popolo dai fenomeni vulcanici del  16 dicembre 1631: il popolo napoletano si rivolse al suo Patrono, esposte le sue reliquie, l’eruzione del gigante di Napoli si bloccò. Il Vesuvio, innanzi al Santo dei napoletani, tacque.

E’ San Gennaro  il Santo che incarna Napoli, abbracciato alla città in un legame d’amore, è il santo capace di “ridar vita” al suo stesso sangue, miracolo foriero di buona sorte.

Non ne ha voluto sapere neanche nel  1939, anno dell’inizio della Seconda Guerra Mondiale; nel 1940,  anno dell’entrata nel conflitto mondiale dell’Italia; nel 1943, anno dell’occupazione nazista; nel 1973, anno dell’epidemia del colera; nel 1980 anno del terremoto.

Innanzi alla  ὕβϱις dell’uomo, alla sua tracotanza, San Gennaro avrà avuto i suoi buoni motivi.

 

“Processione San Gennaro Napoli 06 Maggio 2017” by gianfranco.vitolo is licensed with CC BY 2.0. To view a copy of this license, visit https://creativecommons.org/licenses/by/2.0/

“Processione San Gennaro Napoli 06 Maggio 2017” by gianfranco.vitolo is licensed with CC BY 2.0. To view a copy of this license, visit https://creativecommons.org/licenses/by/2.0/

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui