Lungomare location di spaccio

0
1

I salernitani chiedono controlli e sicurezza –
Che il Lungomare di Salerno si sia trasformato in una piazza  di spaccio tra gambiani e nigeriani, non è un mistero. Lo sbarco dei migranti nel Porto di Salerno ha incrementato la presenza di persone male  intenzionate a continuare i propri traffici illeciti sul nostro territorio. Accanto all’incremento dello spaccio di sostanze stupefacenti vi è quello dei venditori ambulanti abusivi. Un Lungomare trasformato in un mercato  del malaffare, dunque, sotto un cielo stellato.
Un tempo questo luogo sacro dei salernitani, era più buio e meno curato, teatro di scontri tra esponenti di Destra e Sinistra, in difesa di ideali contrapposti. A torto o ragione, erano episodi in cui i figli di Salerno si esponevano, si esprimevano, lottavano.

E’ anche il Lungomare pieno di  bimbi di domenica mattina.Chi non ricorda le storiche fontanelle degli anni ’70 e la voglia di muovere i primi passi sui gradini dei muretti oltre cui c’erano scogli e mare, con la manina ben stretta da quella dei propri genitori? Oggi questo Lungomare ospita extracomunitari disposti a tutto. Gli stessi che vengono arrestati, spesso, sono stati rilasciati poco prima o fuggiti da altre città.

L’intervento della Sezione Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e della Sezione Falchi della Squadra Mobile, dopo la convocazione del Prefetto di Salerno di tre Comitati provinciali per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, alla presenza del Sindaco e di altri componenti della Giunta, non si è fatta attendere. Linee strategiche per combattere i gravi fenomeni verificatisi, dunque, vengono disposti  con il rinvio dei modelli operativi al tavolo tecnico del Questore.

Negli ultimi giorni 20 arresti effettuati, di cui 17 per spaccio di sostanze stupefacenti con sequestro di  259 grammi di hashish, 134,72 di marjuana, 9 di cocaina, e 3 arresti per rapina e tentata rapina e 2 denunce a piede libero all’Autorità Giudiziaria: questa la situazione a cui si aggiungono di giorno in giorno nuovi episodi. Si è stabilito poi l’intervento ancora più incisivo, coordinato con tutte le altre Forze di Polizia, presso il Lungomare e nel Centro Cittadino con il supporto di personale di rinforzo Ministeriale dei Reparti organicamente inquadrati. Controllati ultimamente una decina di cittadini extracomunitari per la maggioranza del Gambia, cinque sono stati condotti presso gli uffici preposti per i controlli di rito.In particolare uno dei fermati, trovato in possesso di gr 20,47 di sostanza stupefacente, del tipo marjuana, è stato denunciato a piede libero, un cittadino del Gambia è stato arrestato per spaccio di stupefacenti, mentre, è stato segnalato alla locale Prefettura, altro cittadino gambiano, quale assuntore di sostanze stupefacenti poiché trovato in possesso di gr. 1,36 di marjuana.

I cittadini hanno paura; sono tanti i ragazzi che, specialmente di sabato sera, passeggiano nel luogo più caratteristico di Salerno.  Ho incontrato Mauro, un ragazzo di 15 anni con le idee chiare. Sono gli anni delle uscite spensierate con gli amici, caschi in mano e scooter  e via, oltre l’infinito. Ma sono essi stessi i primi a non essere sereni. ” Con i miei amici siamo soliti passeggiare a Lungomare,” mi dice ” e vediamo movimenti strani. Spesso vedo extracomunitari in gruppo,  con bottiglie di alcolici in mano e atteggiamenti arroganti. Abbiamo paura e giriamo alla larga. Anche i nostri genitori ci dicono di stare attenti ed evitare luoghi pericolosi. Ma è giusto, secondo voi, evitare i nostri luoghi per paura? Sono gli spacciatori che devono essere arrestati. Sono loro a dover essere allontanati. Salerno è dei salernitani e di  chi vuole viverci correttamente , non trovate?”

Dovremmo ascoltare di più i nostri ragazzi. Osservano, pensano e giudicano, spesso più correttamente e obiettivamente di noi adulti.

Claudia Izzo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui