Il paziente Covid e il mare: da Barcellona esempi di professionalità e umanità

0
208

Restare umani. – di Claudia Izzo-

Restare umani nonostante le tragedie. Restare umani, sempre. Anche con piccoli gesti che in fondo esprimono grandi mondi.

E’ bello già solo al raccontarlo il fotogramma che ci giunge dal reparto di terapia intensiva dell’Hospital del Mar a Barcellona.

Il paziente di Covid, Isidra Correa, dopo il lungo periodo in terapia intensiva, iniziato il 9 aprile, ha vinto la sua battaglia contro il virus e  deve proseguire il suo percorso di cure in ospedale. Ma prima di andare lo staff dell’ospedale, tra medici ed infermieri, regala al paziente, stanco e provato, un momento di serenità, quasi di riappacificazione con il mondo: guardare il mare, respiralo per qualche attimo.

Così con tutto il letto il paziente, attraversando la strada che divide l’ospedale dall’infnito blu, viene portato sul Lungomare. E’ questa una prassi adottata dal personale ospedaliero dal momento che il vedere il mare favorisce il recupero fisico e psicologico.

Un segno di speranza, dunque, prima che il paziente affronti il successivo ricovero.

Un gesto semplice e profondo al tempo stesso che ricorda a tutti, quanto, soprattutto in questi tempi,  ci sia bisogno di umanità, empatia, altruismo, amore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui