Giallo in mare: a Salerno tra i migranti 26 cadaveri di donne

0
6

Ventiduesimo sbarco -di Claudia Izzo

Ventiduesimo sbarco di migranti, oggi a Salerno a bordo della nave militare Cantabria che pattuglia le acque per evitare l’intervento degli scafisti: circa 400, tante le donne tra cui 9  incinte e 26 giunte cadavere. Sarebbero stati, uomini e donne, tutti a bordo di un gommone in condizioni pessime e le 26 donne sarebbero morte per annegamento. Decedute per annegamento o vittime di omicidio?  Un barcone affondato a causa del quale a morire sarebbero state solo donne? Il caso fa discutere.
Le salme sono state intanto  trasportate all’obitorio di Salerno per gli esami del caso e per accertare se le sfortunate abbiano subìto violenza sessuale. Sarà il perito della Procura a decidere se procedere con le autopsie. Nove cadaveri saranno sepolti presso il cimitero di Salerno, gli altri nei comuni limitrofi.

Viaggi della speranza che si trasformano in viaggi della morte. Accoglienza e distribuzione in nome della carità cristiana; Salerno non si è tirata indietro. Ma non si dica che si ha bisogno di migranti perché gli italiani non fanno più figli: gli italiani, di figli ne farebbero se avessero garanzie di vita da assicurare loro, i giovani sono stritolati nelle maglie della precarietà e delle tasse da pagare, fra poco anche sull’aria che si respira. Come si fa a far famiglia, oggi?

Salerno accoglie migranti e si fa portavoce, tra le prime città italiane,  anche del corso per Tutori Volontari Minori Stranieri non accompagnati. Ben 250 ne sono stati formati. Salerno ha un cuore grande anche se l’accoglienza sta creando problemi di sicurezza e gli episodi di violenza degli ultimi tempi sono sotto gli occhi di tutti. Gli organi preposti stanno cercando di rimediare con controlli costanti ma i  problemi esistono da Fuorni al Lungomare.  Si teme inoltre per la trasmissione di malattie dal momento che, ovviamente, i migranti giungono senza certificazioni sanitarie che attestino lo stato di salute.

Aumenta la microcriminalità, aumentano le paure. Ma Salerno continua ad accogliere.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui