E Dio non ci indurrà più in tentazione

0
32

Addio all ‘ ambiguità nella preghiera d’amore che unisce tutti i fedeli- di Claudia Izzo-

Tutti i credenti, nel recitare il Padre Nostro, si saranno chiesti, ameno una volta, il senso del passo ” e non indurci in tentazione …”

Perché il Signore Dio dovrebbe indurre in tentazione i suoi figli ?

Proprio Lui, l’Amore  Assoluto, metterebbe alla prova i suoi figli per vedere se cedano o meno al peccato?

Una stonatura bella e buona se partiamo dal presupposto che ad indurre in tentazione è il Male,  cercando di allontanare gli uomini dalla retta via, mentre Dio Padre è pronto, sempre,  a risollevare i suoi figli, perdonandoli e riconducendoli al Bene.

A tutto ciò  ha pensato Papa Francesco, dando il suo placet per il cambiamento del testo della preghiera più diffusa e amata. Entro pochi mesi, infatti, chiederemo a Dio, nella preghiera, di ” non abbandonarci alle tentazioni”, senza più colpevolizzare Lui dei nostri errori.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui