E adesso non giochiamo a fare i meravigliati

0
184

270 positivi al Covid in Campania di cui 125 provengono dall’estero, stupiti?

Lo sapevamo che il non rinunciare alle vacanze all’estero in luoghi covid, alle feste in discoteca, alle birre in mano ad una distanza ravvicinata in barba alle raccomandazioni sul distanziamento ci avrebbero portato ad una impennata dei contagi. E chi non crede ancora al pericolo della situazione, mi contatti, conosco chi in terapia intensiva c’è stato, conosco anche il paziente 2 e 3 in Campania.

Tutto pazzescamente previsto. Come molti altri etichettano la decisione di riaprire le scuole come una follia. Il fatto di acquistare banchi con rotelle, l’ennesima follia, a rotelle. Ma questa è un altro articolo che merita approfondimento. Insomma, boom di contagi in Campania che, prima in Italia, precede la Lombardia.

Circolano “fenomeni”, questo è chiaro. Se infatti l’imprenditore Flavio Briatore si sta curando la “prostatite respiratoria”, come l’ha definita il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, perchè il patron del Billionaire “è stato poco prudente ed ha fatto il fenomeno”, qua c’è da dire che di fenomeni ne circolano tanti. Basti fare un giro per le nostre strade per vedere un’attiva movida che non sa neanche lontanamente cosa significhi il termine “distanziamento”.

Intanto siamo sotto elezioni, e c’è il segretario della Lega, Matteo Salvini,  arrivato nei giorni scorsi all’ospedale Ruggi di Salerno, accompagnato da candidati locali, per controllare lo stato di fatto del Covid Center “miliardi di euro di soldi pubblici buttati dal signor De Luca in un ospedale Covid mai inaugurato”. Intanto Vincenzo D’Amato alla Direzione Generale del Ruggi ha preso le distanze dal gesto, perchè gli ospedali sono ” luoghi di sofferenza e cura, non di demagogia”. Nel ping-pong pre-elezioni, l’amara constatazione è che settembre è arrivato e con questo bel mese arriverà il conto per una cattiva gestione dell’economia del divertimento, dei viaggi all’estero. Per non parlare dei politici furbetti che hanno chiesto ed ottenuto di intascare anche il bonus Covid da 600 euro.

La crisi, il virus e l’esser “fenomeni” avanzano. E stavolta, tutti insieme.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui