David Sassoli, a poche ore dalla morte lo scempio dei No Vax

0
273

-di Claudia Izzo

E’ morto da poche ore  un grande giornalista prima ancora che Presidente del Parlamento europeo, Davide Sassoli e già il peggio sale a galla. Perchè dobbiamo finirla di credere alla favola ” dopo saremo migliori”.  Dopo i periodi duri non esistono i miracoli, ognuno si rivela per ciò che è, ognuno affronta la vita con la bontà o con  il cinismo e la cattiveria che ha raccolto nella vita e porta nel suo bagaglio.

Sottolinenando per correttezza che il giornalista, morto a 65 anni, è stato ricoverato a settembre per una polmonite da legionella e dal 26 dicembre per una grave forma di disfunzione del sistema immunitario, su Twitter non si è perso tempo da parte dei No Vax a beffeggiare  l’uomo e la morte stessa.

“Roby” commenta testualmente” Sassolini ma il vaccino non proteggeva da conseguenze gravi? Che meraviglia. Sono tanto felice ” Al post, corredato da 7 emoji che ridono con lacrime agli occhi, fanno seguito 21 likes. Al post in questione fa eco Enrico Mentana che invita Twitter e la Polizia Postale ad identificare l’autore dell’ignobile twitt chiedendo se non sia il caso di – “accompagnare all’uscita lui/lei e i 21 vigliacchi che hanno messo “mi piace”-.

Così si scatena il popolo dei No Vax perchè di questi tempi non si ha rispetto neanche per un uomo che non c’è più. “Avrà esagerato con il booster” scrive su Twitter tale Anna; “Allora più vaccini così il sitema immunitario se ne va a p…” aggiunge SissiMaria.

Al giornalista, al Presidente, all’uomo, una preghiera. Cosa rara e superata in questi tempi vuoti. E freddi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui