Home Editoriale Covid-19: nuovo Decreto Conte, l’Italia divisa in tre zone e tre colori....

Covid-19: nuovo Decreto Conte, l’Italia divisa in tre zone e tre colori. Tutte le novità.

0
298

Posticipato di un giorno,  da venerdì 6 ottobre, l‘entrata in vigore del nuovo DPCM, Decreto del Presidente del Consiglio,  valido fino al 3 dicembre.

L’Italia viene  suddivisa in 3 zone, in base a 21 criteri che classificano le regioni in relazione all’andamento epidemiologico. L’Italia risulterà così divisa in tre zone di tre colori diversi:

la zona rossa (alto rischio), la zona arancione (rischio moderato) e la zona verde (basso rischio).

Le regioni rosse.
Le regioni rosse sono: Calabria, Val d’Aosta, Piemonte e Lombardia.

Vietato spostamenti in entrata ed in uscita dalle regioni e anche tra comuni e province della stessa regioni, salvo per motivi di lavoro, salute.

Centri commerciali chiusi. Rimarranno aperti negozi alimentari, farmacie, parafarmacie, edicole collocati al loro interno.

Chiusi centri estetici.

Didattica a distanza per la seconda e terza media, superiori. Chiuse le Università.

Stop alle attività sportive  anche all’aperto. Si ad allenamento da soli vicino casa.

Capienza mezzi pubblici dimezzata del 50%.

Mostre e musei chiusi.

Corner per giochi e bingo in bar e tabaccherie sono chiusi.

Le regioni arancioni.
Le regioni arancioni sono Puglia e Sicilia

Coprifuoco dalle ore 22 alle ore 5.

Vietato spostamenti in entrata ed in uscita dalle regioni e tra i comuni tranne che per lavoro, salute, accompagnamento di bambini a scuola.

Negozi chiusi fatta eccezione per i generi di prima necessità, sia nell’ambito degli esercizi commerciali di vicinato, sia nella media e grande distribuzione, compresi i centri commerciali.

Mercati chiusi salvo le attività dirette alla vendita dei solo generi alimentari.

Chiusi bar, ristoranti, pub, gelaterie e pasticcerie. Servizio asporto fino alle ore 22.00.

Centri commerciali chiusi nei giorni festivi e prefestivi.

Capienza mezzi pubblici dimezzata del 50%.

Mostre e musei chiusi.

Corner per giochi e bingo in bar e tabaccherie sono chiusi.

Le regioni gialle.
Le regioni gialle sono Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Toscana, Veneto Molise, Marche, Sardegna, Friuli Venezia-Giulia e le province autonome di Trento e Bolzano. La zona gialla va a sostituire quella che precedentemente era stata definita verde per evitare che il colore verde potesse far pensare ad una zona esente da rischi Covid.

Coprifuoco dalle ore 22 alle 5 del mattino dopo.

Consentiti gli spostamenti fuori regione purchè le regioni accanto siano della stessa zona a rischio moderato.

Centri commerciali chiusi nei giorni prefestivi e festivi.

Didattica a distanza al 100%  per gli studenti delle scuole secondarie e di secondo grado  e terza media.

Capienza mezzi pubblici dimezzata del 50%.

Mostre e musei chiusi.

Corner per giochi e bingo in bar e tabaccherie sono chiusi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui