Covid-19: è morto Giulio Giorello, filosofo, matematico, accademico e epistemologo.

0
164

Covid 19 : La morte di un pensatore- di Antonietta Doria-

“Giulio Giorello è deceduto. Filosofo raffinato, epistemologo, grande appassionato delle questioni riguardanti il ‘metodo’ della scienza. Ha riflettuto intensamente anche su etica, politica, religione. L’Italia perde un grande pensatore, mai banale. Ci restano le sue dense pagine”: queste le parole del  presidente del Consiglio Giuseppe Conte sui  social in ricordo del filosofo.

Filosofo, accademico ed epistemologo italiano, Giulio Giorello è morto oggi, all’età di 75 anni, a Milano, a causa delle conseguenze del Covid-19. Circa un mese fa era stato ricoevrato al Policlinico di Milano, da cui era uscito dieci giorni fa. Soltanto tre giorni fa aveva sposato la compagna Roberta Pelachin.

Classe’45, dopo le lauree a Milano, la prima in Filosofia, l’altra in Matematica, fu docente presso le Università di Pavia, Catania, Politecnico di Milano e Presidente della SILFS (Società Italiana di Logica e Filosofia della Scienza). Diresse la collana Scienza e idee di Raffaello Cortina Editore e collaborò, come elzevirista, alle pagine culturali del quotidiano milanese Corriere della Sera. Vinse la IV edizione del Premio Nazionale Frascati Filosofia 2012. Fu attivo in rassegne culturali insieme allo scrittore Luca Gallesi.

Mille i suoi interessi: neuroscienze, psicologia evolutiva, biortica, mitologia, antropologia, cultura popolare, fumetto, discipline   fisico-matematiche, analisi dei vari modelli di convivenza politica; scienza, etica.  La sua visione politica era di stampo liberal democratico e si ispirava, tra gli altri, al filosofo inglese John Stuart Mill, di cui curò  nel 1981, con Marco Mondadori, l’edizione italiana di Sulla libertà . Ateo, scrisse al riguardo il libro Senza Dio. Del buon uso dell’ateismo. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui