A Torino un’aula a cielo aperto al tempo del Covid 19

0
49

La scuola è fatta di materie e interrogazioni ma è soprattutto crescita umana.

“E i muri della classe tranquillamente crollano”… declama Jacques Prevert ed a Torino, innanzi al desiderio di incontrarsi dei ragazzi che seguono la DAD, un docente della scuola media Foscolo, il 42enne  Daniele Baldissin, non ha esitato a tenere una lezione all’aperto, al sole. Tutti i ragazzi hanno risposto con entusiasmo all’invito del prof, alle 14,30, oltre l’orario scolastico, tranne uno che si è collegato da casa con il tablet. Tra formule e sole, domande e risposte, appunti presi, esperimento di scienze realizzato, i cubi bianchi posti sul marciapiede sono diventati per l’occasione sedie, il marciapiede  stesso un’aula.

Una iniziativa di sensibilizzazione nei confronti del bisogno dei ragazzi di socializzare, dunque, seppur a distanza tra loro, in questo momento difficile. Un piccolo ritorno alla normalità.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui